A1F: LA VENPLAST DOSSOBUONO CEDE NEL FINALE ALLA JOMI SALERNO

Trema la capolista al PalaDossobuono; la Jomi Salerno è costretta a sudare le proverbiali sette camicie per uscire dal campo con l’intera posta, al cospetto di una Venplast Dossobuono che merita applausi. Le ragazze di mister Nasta vedono in più occasioni il baratro, andando sotto di sei reti, ma con caparbietà e personalità rimontano lo svantaggio, andando a giocarsi l’ultima fase di gara punto a punto. Negli ultimi due minuti di gioco però la Venplast pecca nel fraseggio e la Jomi Salerno trova il guizzo vincente. In virtù della sconfitta serale della Leonessa Brescia, la Venplast ottiene aritmeticamente un posto nella Poule Play-Off; resterà da delineare il piazzamento finale nella gara del 31 marzo proprio in casa della formazione lombarda.

La partita. L’inizio è nel segno delle difese, che arginano i primi tentativi da ambo le parti. Apre Biondani il match con una rete dall’ala destra, ma l’equilibrio si protrae fino al 9′ sul 3-3. Il primo allungo di Salerno spezza la gara, con le campane che infilano un break di tre reti e costringono mister Nasta al primo time-out del match al 12′ sul risultato di 3-6. Al rientro però Salerno sale ancora di tono e preme sull’acceleratore; al 19′ le ospiti conducono sul 4-10. Serve una reazione per la Venplast, che però fatica ad arginare il potenziale offensivo ospite. Due reti per parte mantengono il distacco sulle sei lunghezze e mister Nasta decide di spendere il secondo time-out al 23′ sul 6-12. La reazione parte proprio dalla panchina giallo-rossa; Salerno pecca di precisione al tiro e aumenta il numero di palle perse, mentre la Venplast sfrutta tutte le occasioni a propria disposizione, andando a scalfire lo svantaggio in maniera consistente fino al 12-14 a tempo scaduto con cui le squadre rientrano negli spogliatoi. Una Venplast con la consapevolezza di essere in partita che però ad inizio ripresa fatica a contenere le tiratrici ospiti; le ragazze giallo-rosse trovano comunque un buon numero di reti, con il risultato che però scivola sul -4. Nasta spende il suo ultimo time-out al 40′ sul punteggio di 16-20, vedendo un ago della bilancia spostarsi lentamente verso la formazione ospite. Il rientro è tutto per la Venplast; Salerno spreca, le giallo-rosse puniscono, Ghilardi infila una girella in contropiede e mister Rajic chiama time-out sul 18-20 al 42′. Le campane continuano a collezionare palle perse e la Venplast si riporta sul -1 con Biondani, che sfrutta l’errore in uscita dai sei metri di Ferrari. Una situazione favorevole per la Venplast, che trova anche le parate di Battaglia, all’esordio in questo campionato di A1 dopo il salto dalla A2. Il sette metri di Poderi certifica la rimonta e la parità al 47′, 20-20. Salerno non sembra avere le forze per un ulteriore strappo, decidendo di giocarsi dunque ad armi pari la fase calda del match. Si procede punto a punto, con Marrochi che infila due reti consecutive e Battaglia che stoppa Gomez dalla linea dei sette metri, mantenendo il 22-22 al 52′. Trombetta da una parte, Ghilardi dall’altra, al 58′ è ancora parità, 23-23. Il finale però è gestito con troppa imprecisione dalla Venplast; Salerno punisce, decidendo le sorti del match negli ultimi due minuti di gara, andando a chiudere sul 23-26 finale. Le ragazze raccolgono gli applausi scroscianti del PalaDossobuono, giusto merito per una Venplast che ha messo in seria difficoltà la capolista; una prestazione che dovrà dare fiducia in vista dell’ultimo decisivo impegno di campionato a Brescia e della successiva Poule Play-Off.

Venplast Dossobuono – Jomi Salerno 23-26 (p.t. 12-14)
Venplast Dossobuono: Fabbricatore 2, Biondani 5, De Togni, Merzi, Crosta, Poderi 5, Costa 1, Marrochi 5, Battaglia, Zanette, Manfredini, Cacciatore, Luchin, Ghilardi 5, Mazzieri, Marchegiani. All. Giovanni Nasta
Jomi Salerno: Ferrari, Trombetta 2, Dalla Costa 3, Coppola, Gomez 9, Rajic 1, Napoletano 1, Piantini, Oliveri, Lauretti Matos 5, Casale, Landri 5. All. Dragan Rajic
Arbitri: Amendolagine – Potenza