A1/F Ultima giornata da brividi, play off e salvezza appese ad un filo

Elettrizzante, incerto e per questo interessantissimo. Giunto all’epilogo della Regular Season, il campionato di Serie A1 Femminile non ha ancora emesso buona parte dei suoi verdetti. Soltanto il Teramo, tra testa e coda, conosce il suo destino. In parte anche la Casalgrande Padana, certa di accedere ai Play-Off, mentre per il resto si deciderà tutto sul filo di lana a partire dal vertice, dove Jomi Salerno e Indeco Conversano conosceranno la posizione di partenza nel tabellone delle semifinali solo al termine degli ultimi 60′ stagionali. Una certezza: se la truppa di Hrupec sbanca il campo dell’Estense, i giochi risulteranno chiusi. Alle spalle del tandem di testa è bagarre. Il Casalgrande è dentro la post-season ma non ha certezza del piazzamento: se vince ad Oderzo chiude al 3° posto, diversamente al quarto. La squadra opitergina, invece, non ha alternative al successo. Le venete, reduci dall’amara sconfitta di Salerno, hanno un solo risultato a disposizione: battere Casalgrande e sperare… E qui i giochi di testa s’incrociano pericolosamente con la lotta per evitare la retrocessione. Campo centrale, “centro di tutto”, sarà il Pala Tacca dove in 60 intensissimi e crudeli minuti Cassano Magnago e Ariosto Ferrara si giocano la stagione, ovvero accesso ai Play-Off e la salvezza. Ad aggiungere pepe alla sfida tra lombarde ed emiliane provvederà l’incrocio, anche questo pericolosissimo, di Civitavecchia, dove Flavioni, reduce dall’impresa di Ferrara, affronterà la Venplast Dossobuono con il dichiarato obiettivo di conquistare la vittoria, nel tentativo di acciuffare in extremis una salvezza che fino a poco tempo fa sembrava impossibile. Chapeau.