A2: PER IL MALO SI CHIUDE UNA STAGIONE POSITIVA

Si è conclusa con la sfida contro Cassano Magnago la stagione 2018/2019 della nostra squadra senior nel campionato nazionale di serie A2, ed è tempo di bilanci e riflessioni

Dopo la retrocessione dalla massima serie la Società aveva deciso di fare un passo indietro per ricostruire un gruppo competitivo e motivato per affrontare un periodo di passaggio, puntando su un campionato di transizione ma di grande importanza, occasione per far crescere i talenti del vivaio, affiancando comunque giocatori di esperienza e carisma.

La storia sportiva della stagione del Malo è ben impressa nella mente degli appassionati che hanno seguito la squadra in questo impegnativo e entusiasmante campionato;  dopo un girone di andata che ha portato più ombre che luci, a causa di  alcune incomprensioni nello spogliatoio e di infortuni e problemi fisici che hanno limitato le potenzialità del roster, il trand cambia dopo la pausa natalizia che ha portato la novità dell’avvicendamento in panchina; la squadra viene affidata a Mister Murino,  e il Malo cambia marcia; dopo una prima sconfitta infatti, il Malo inanella una serie di vittorie che lo porta a ridosso della zona play off;  i ragazzi di Mister Murino trovano fiducia e serenità  e l’ambizione cresce a pari passo con i punti in classifica; il traguardo mai nominato sembra a portata di mano, ma gli ultimi 2 match persi entrambi con un solo goal di scarto spengono i sogni dei biancoazzurri, che lasciano il passo al Taufers che accede alla Final 8 per un solo punto di differenza sui maladensi.

Dopo la comprensibile delusione iniziale, la squadra e la Società con un onesto faccia a faccia hanno valutato la stagione conclusa in modo positivo; i giocatori hanno affrontato impegni e difficoltà con maturità e responsabilità, anche se nella prima parte della stagione alcune situazioni e atteggiamenti non sono stati del tutto condivisi e giustificati. Il Malo ha purtroppo pagato dazio per i punti lasciati per strada nel girone di andata, ma non c’è niente da recriminare. L’obiettivo è stato raggiunto, il campionato ha dimostrato che seppur con qualche diffidenza iniziale il gruppo è maturato e le diverse età e competenze si sono bel amalgamate. La Società sta già lavorando alla prossima stagione, con un entusiasmo rinnovato dalle ottime indicazioni avute dalla campionato appena concluso, che ha di nuovo confermato la squadra ai vertici della pallamano regionale, forte di un vivaio di grande spessore e di un gruppo senior che ha saputo mettersi a disposizione dei compagni e del tecnico; una sinergia collaudata e coesa che rimane nelle richieste e ambizioni della Società  la base di partenza per una nuova emozionante stagione.