A2M: TH ALCAMO RICEVE LA CAPOLISTA MASCALUCIA

Festa dell’Immacolata con la pallamano in campo , con il Pala Verga che tornerà ad essere teatro di un Big match .

Di fronte Alcamo Mascalucia , formazione quella catanese sempre vincente con un ruolino di marcia perfetto , sette vittorie su sette partite disputate in questa prima parte del campionato , Th Alcamo invece che arriva da tre vittorie consecutive dopo una partenza a rilento .
Mascalucia sta praticamente dominando negli ultimi due campionati , perché la squadra di Cardaci nella passata stagione chiuse in testa il girone siciliano con solo due sconfitte all’attivo , su 21 incontri disputati e una di queste proprio contro la formazione di Benedetto Randes.
Praticamente la squadra Etnea escludendo i play off della scorsa stagione , nella fase regolare non perde proprio dalla penultima giornata dello scorso campionato ,  nonostante siano cambiati diversi elementi nel suo roster il gioco e risultati sono rimasti identici .
Ad Alcamo l’aria invece sembra decisamente cambiata perché con l’arrivo di Vaccaro e di Saitta , il recupero di Guinci e con il gruppo capitanato da Saullo che ha ritrovato stimoli ed autostima si punta ora a disputare un gran match che serva a riportare entusiasmo intorno all’ambiente alcamese ,  come accaduto nella stagione della vittoria del campionato di A/2 nel 2014 .
Le ultime partite disputate dalle due squadre , con gli stessi avversari ,fanno pensare ad un match che potrebbe essere molto equilibrato.
Alcamo e Mascalucia hanno vinto in trasferta con Salerno e in casa con Putignano praticamente con gli stessi scarti.
Unico dato a favore di Mascalucia che arriva a questa partita lanciatissima, mentre la formazione alcamese è rimasta ai box per il turno di sosta imposto dal campionato .
Rispetto allo scorso campionato Mascalucia ha perso il portiere Calatabiano, ma ha ingaggiato l’esperto Vasquez , con il portiere siracusano sin qui su ottimi livelli , non c’è più l’ala Randis , ma in compenso è arrivato il palermitano Francesco Aragona , tornato in Sicilia dopo le esperienze di Gaeta e Malo che ha preso in mano il gioco della formazione etnea che poi passa dal talentuoso mancino Giuffrida .
Innesto importante anche il Pivot Lo Bello , 18enne aretuseo tra i prospetti più interessanti nel suo ruolo ,ma già capace di dare un apporto importante alla sua formazione .
” Sono una squadra completa , in tutti i ruoli e costruita per lottare per i play off in questa stagione ” dice Benedetto Randes , ” Cardaci ha trovato un gruppo molto folto di giovani e nonostante alcune importanti defezioni , con l’innesto di nuovi elementi è riuscito a plasmare una mentalità vincente che unito a un concetto di gioco basato su velocità e controllo del gioco in quarta fase , sta portando a questi risultati uniti ovviamente a una buona difesa .
Per noi veramente un grande avversario , che comunque ci stimola molto e faremo di tutto per non sfigurare e centrare una vittoria che aumenterebbe l’entusiasmo intorno alla nostra squadra dopo un paio di stagioni deludenti , per questo ci aspettiamo di vedere un Pala Verga con molti tifosi a sostenerci ” , ha concluso Benedetto Randes  .
Cresce comunque l’attesa per il match con la giornata festiva che potrebbe portare molti sportivi e non al nuovo Pala Verga.
Si gioca alle ore 18.30 di Sabato 8 Dicembre , arbitri laziali per l’occasione con i signori Anastasio e Zappaterreno chiamati a dirigere il match , con i due fischietti in passato a dirigere molte partite del massimo campionato , designati per questo derby Siciliano a conferma dell’importanza della posta in palio .