Bologna United: Savini in Nazionale per le gare di qualificazione agli Europei

Inizia a Mosca, in casa della Russia, il cammino della Nazionale maschile nel Gruppo 7 di qualificazione agli EHF EURO 2020 di Norvegia, Svezia e Austria.

Un girone difficilissimo, ma anche estremamente affascinante. Oltre ai russi, anche l’Ungheria, avversaria del prossimo 27 ottobre alla Kioene Arena di Padova, e la Slovacchia da affrontare in doppia sfida ad aprile. Il tutto in un girone all’italiana, con gare di andata e ritorno da completare a giugno, che qualifica le prime due classificate alla fase finale degli Europei, ma che, complice la nuova formula a 24 squadre, dà la possibilità anche alle migliori 4 compagini classificatesi al 3° posto di proseguire nel sogno e nel proprio cammino.

Per la verità l’Italia non inizia e anzi riparte, perché, al pari di Grecia ed Estonia, è una delle tre squadre che alla seconda fase di qualificazione è arrivata superando il primo step giocato tra il novembre 2016 e il gennaio 2017. In quell’occasione fu un gol di Dean Turkovic a tempo scaduto, nel 26-24 a Siracusa contro il Lussemburgo, a consegnare il pass agli azzurri.

Il DT, Riccardo Trillini, ha lavorato con un gruppo basato su quanto già portato avanti fra le qualificazioni ai Mondiali 2019 giocate nell’inverno scorso e i più recenti Giochi del Mediterraneo. Ci sono alcune novità, nel bene e nel male: assenza forzata per Vito Fovio tra i pali, con Domenico Ebner che sarà affiancato dal rientrante Valerio Sampaolo. Sul versante di destra, tra le ali, novità Umberto Bronzo (2000), ma linea verde anche fra i terzini con l’innesto di Nicolas Dainese (1999). Due, poi, le assenze per infortunio registrate in queste ore: Pablo Marrochi e Ratko Starcevic, entrambi bloccati da guai fisici. Fra i 16 convocati spicca la presenza del felsineo Giacomo Savini (’98)