Bolzano, Fusina: “Stagione comunque positiva. Futuro? Vedremo”

Il Bolzano campione d’Italia in carica non potrà difendere il titolo conquistato nella passata stagione. In gara-2 di semifinale Scudetto contro Conversano al Pala San Giacomo, gli altoatesini vengono beffati sul finire di partita dai padroni di casa, che s’impongono con il punteggio di 28-27, chiudendo così il loro campionato. In casa Bolzano è quindi tempo di bilanci e decisioni in vista del prossimo campionato a girone unico, al centro della nuova programmazione non può che rientrare anche il tecnico Alessandro Fusina che, prima di tutto, ritorna sul doppio confronto con i ragazzi di Tarafino: “Le gare di semifinale contro Conversano sono state lo specchio di un momento di difficoltà coinciso nei giorni successivi alla finale di coppa Italia persa contro Pressano, dopo aver eliminato Fasano ai quarti e lo stesso Conversano in semifinale, con la formula della Final8 rivelatasi molto penalizzante per noi. In più, è seguito un periodo in cui non siamo riusciti a concentrarci come volevamo ma siamo ugualmente riusciti a raggiungere le semifinali. Lì Conversano, nell’arco delle due partite, si è dimostrato superiore a noi ma entrambi i match sono stati equilibrati, tante altre volte, nei piccoli dettagli, la fortuna era stata dalla nostra parte ma questa volta è stata di più dalla loro. Non posso recriminare sulla volontà di nessuno perché tutti abbiamo dato il massimo senza risparmiarci mai”. Nonostante il cammino si sia fermato in semifinale, il tecnico reputa la stagione positiva: “Il bilancio stagionale personalmente lo reputo positivo: una supercoppa italiana vinta, una vittoria europea in Islanda in coppa che rimane un successo di prestigio nonostante non ci abbia garantito il passaggio del turno, il girone A di campionato vinto a mani basse, una finale di coppa Italia, la qualificazione al girone unico e, purtroppo, l’uscita in semifinale. Non sono un ipocrita, da Bolzano ci si aspetta questo e altro e non arrivare in finale è una delusione grandissima ma questo fa parte dello sport”. Impossibile a questo punto non pensare al futuro ma su questo preciso argomento Fusina non si sbottona, seppur lasci più di un’interpretazione possibile alle sue parole: “Il club di Bolzano vincente e protagonista assoluto degli ultimi 7/8 anni avrà sicuramente un progetto importante. Per quel che mi riguarda sono un tecnico ma soprattutto un uomo di sport ambizioso, vedremo se prenderò una strada diversa o proseguirò qui”.