Cade l’imbattibilità della Darwin Tech Mascalucia

Dopo ben 6 mesi di imbattibilità e 10 vittorie consecutive arriva la prima sconfitta stagionale per la Darwin Tech Mascalucia che a Benevento, davanti alla terza forza del girone C, si deve arrendere per 36 a 34. Una gara da due volti per i ragazzi del presidente Sergio Pagano che dopo un primo tempo spettacolare chiuso in vantaggio per 18 a 13 (probabilmente il migliore di questa stagione ndr.), nella ripresa ha accusato un vistoso calo fisico ma anche di tenuta nervosa permettendo il recupero dei padroni di casa trascinati dal duo straniero formato dal portoghese Silva e dall’argentino Morettin (17 reti in due). Tra i catanesi da evidenziare le prove di Ciccio Giuffrida e Dario Consoli mentre leggermente sottotono sono state le prove degli altri giocatori impiegati ad esclusione del giovanissimo Antonio Cristaudo (classe 2003) chiamato a sostituire l’infortunato dell’ultimo momento Marco Pappalardo e che, nonostante un brutto colpo rimediato nei primi 10′ di gioco, ha stretto i denti tornando in campo nella ripresa. Una gara che se giocata con maggiore serenità poteva essere portata a casa, ma la tensione per l’alta posta in palio, unita a qualche fischio arbitrale a sfavore, hanno permesso ai beneventani di vincere nel concitato finale in cui Celano, Costanzo, Cocher e Lo Bello hanno subito diverse esclusioni per due minuti che, di fatto, hanno agevolato il break vincente dei fratelli Sangiuolo e compagni. Un ko che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di coach Salvo Cardaci ancora in testa alla classifica ma con un solo punto di vantaggio sul Teramo (il 16 è in programma lo scontro diretto) e due punti sullo stesso Benevento. Ecco il commento a fine gara del tecnico della Darwin Tech Mascalucia: “sono ovviamente deluso dal risultato ma non dal coraggio che i nostri ragazzi hanno messo in campo – afferma mister Cardaci – purtroppo la trasferta lunga, il tifo caldissimo dei campani e qualche ansia di troppo ci hanno giocato un brutto scherzo e con questo risultato il campionato si è praticamente riaperto”. – In alcuni momenti del secondo tempo qualche decisione aribtrale vi ha sfavorito che ne pensa? “Non è mio solito commentare le direzioni arbitrali e non lo farò, dunque, nemmeno questa volta. Molto sinceramente credo che la prestazione dei due giovani direttori di gara non abbia influito più di tanto sulla sconfitta e l’unica cosa che voglio dire a tutto il gruppo è di resettare velocemente questo ko perchè già la prossima settimana ci attende un match ostico contro i cugini dell’Enna. Un derby assai sentito da entrambe le compagini che dovremo giocare al meglio e vincere per rimanere in testa e continuare a sognare l’approdo alla Final-Eigh di Cassano Magnago”.