Casalgrande Padana, debutto casalingo contro il Flavioni

Dopo il successo di misura ( 21 – 22 ) ottenuto in trasferta in quei di Ferrara, Sabato scorso, contro l’Estense la Casalgrande Padana si prepara al debutto casalingo Sabato 14 Ottobre alle ore 18,30 al Palakeope di Casalgrande contro il Flavioni di Civitavecchia. Giocare davanti al proprio pubblico è sempre piacevole ma quest’anno c’ è un rischioso perché chi ti guarda dagli spalti e ha seguito regolarmente la squadra negli ultimi anni ha in mente che nella passata stagione ti sei classificata al 3° posto nella fase regolare ed al 4° posto finale, dopo la disputa dei play off e quindi tanta gente fa confronti senza tenere presente che ogni campionato è una storia a se e che quindi quest’anno non è detto che si ripetano le prestazioni dello scorso anno anche se nella testa e nella volontà delle nostre giocatrici c’è l’obbiettivo di disputare un buon campionato per ottenere una facile salvezza che è e resta sempre l’obbiettivo societario oltre a fare crescere il settore giovanile femminile che da alcuni anni ci sta dando grandi soddisfazioni. La nostra avversaria di turno il Flavioni è reduce dalla sconfitta casalinga subita ad opera della Jomi Salerno ( 16 – 35 ) di conseguenza il risultato non fa testo in quanto anche quest’anno la formazione Salernitana unitamente al Conversano e forse con l’aggiunta di qualche altra squadra faranno come lo scorso anno un campionato a se e quindi la sconfitta subita dalla squadra di Civitavecchia non deve creare illusioni e Casalgrande Padana dovrà impegnarsi al massimo se Sabato vuole incamerare i 2 punti per restare già da subito nella zona alta della classifica. Ricordiamo per tifosi e sostenitori che in questa stagione agonistica è stata apportata una modifica all’assegnazione dei punti, vengono assegnati 2 punti alla vincente ed in caso di parità 1 punto ad entrambe le squadre, non esistono più i tiri di rigore in caso di parità. Casalgrande Padana reduce dal successo di Ferrara deve innanzitutto restare con i piedi per terra e non fare trionfalismi e/o voli pindarici in quanto la gara contro l’Estense è stata in bilico sino al 59’ ed aver vinto di 1 è la dimostrazione che le due formazioni si equivalevano e che solo la grinta e la caparbietà espressa negli ultimi minuti di gara hanno consentito alle Reggiane di fare il risultato, caparbietà, grinta e volontà che vorrà messa in campo anche Sabato contro il Flavioni. C’è ancora molto da lavorare per arrivare ad una condizione fisica che consenta una buona gestione della gara e anche gli schemi di gioco sono da migliorare e perfezionare cercando una maggiore amalgama nel gioco che Sabato sera è risultato spezzettato e poco fluido, serve tempo per arrivare ad un buon livello e per questo che Sabato contro Flavioni le ragazze si dovranno impegnare per proseguire sulla strada intrapresa.