CINGOLI, SCONFITTA CASALINGA CONTRO GAETA

Nei minuti finali il Gaeta vince la sfida del PalaQuaresima contro la Polisportiva Cingoli targata Santarelli. Al termine di una partita equilibrata, i laziali portano a casa 2 punti d’oro, nella partita dell’ottava giornata di Serie A Maschile di pallamano. Per i ragazzi di Nocelli questa è una sconfitta che brucia, dato che la squadra di casa non è riuscita a sfruttare tre reti di vantaggio accumulate in diversi frangenti della gara.

A iniziare forte sono gli ospiti, con le marcature di Lombardi e Mujic. Cingoli si riprende subito alla grande con un break di 5-0, con le reti di Nocelli, Alvarez, Strappini e Garroni. Mujic e Di Giulio accorciano, Alvarez e Nocelli ribadiscono il +3 (7-4). Mangoni e Strappini trascinano la Polisportiva verso il 9-5, aiutati dalle parate di Colleluori. Gaeta risponde con la coppia Mujic-Lombardi (9-7). Mangoni fa +3, ma Marino e doppio Lombardi riportano in parità la sfida. Nocelli firma il sorpasso sull’11-10, poi Matijasevic e Alvarez fanno sbattere la palla contro il palo. Anche Mujic imbatte sulla traversa, però Lombardi non sbaglia e con due reti firma il sorpasso (11-12). Cingoli si riporta in vantaggio con Ilari e Garroni, Mujic segna il 13-13 che chiude la prima metà di gara.

Nella ripresa il copione è identico a quello del primo tempo, con i locali portarsi a +3 e gli ospiti rimontare sul finale, che però è fatale per gli uomini di Nocelli. Mujic fa 13-14, quindi la Polisportiva piazza un 4-0 con le marcature di Nocelli, Strappini, Randes e ancora Nocelli, con in mezzo una parata di Gentilozzi dai 7 metri, parziale sul 17-14. Amendolagine salva su Nocelli e su una girella di Mangoni, così Marino e Mujic riportano gli ospiti a -1 (17-16). Garroni e Matijasevic (su grande passaggio di Lorenzo Nocelli) fanno volare Cingoli sul +3 (20-17). Gaeta si riporta in parità con un break di 0-3 firmato Amato, Lombardi e Mujic. A questo punto la partita viaggia sui binari dell’equilibrio. Strappini e Alvarez mantengono la rete di vantaggio (22-21) ma Lombardi e Mujic ribaltano l’inerzia e portano in vantaggio gli ospiti sul 22-23. Garroni e Alvarez rovesciano il parziale sul 25-24. Strappini fallisce il +2, grazie ad una splendida parata di Scavone, così Amato piazza due reti per il 25-26. Alvarez la pareggia, Scavone para su Mangoni, Lombardi e Nocelli colpiscono il palo. A sessanta secondi dalla fine, Scavone si supera ancora su Strappini, sul ribaltamento di fronte Mujic piazza il 26-27. I cingolani perdono palla nel possesso successivo e Amato segna il definitivo 26-28.

Il Gaeta festeggia una vittoria fondamentale, la Santarelli Cingoli si mangia le mani per una vittoria sfuggita per propri meriti. I laziali, nonostante gli svantaggi, ci hanno creduto e hanno sfruttato le imprecisioni in attacco degli uomini di Nocelli. Più volte a +3, Strappini e compagni si sono visti scivolare due punti importantissimi. Top scorer della gara il greco Mujic con 10 reti, seguito a 9 da Lombardi e a 6 dalla coppia Alvarez-Nocelli. Decisivo l’apporto nei minuti finali di Antonino Scavone, con tre parate salva risultato.

Cingoli scivola al penultimo posto con 4 punti, solo il Bologna ne ha di meno (2). Nella prossima giornata, un altro scontro diretto attende i ragazzi di Nocelli, quello contro il Merano, terz’ultimo a 5 punti.