Darwin Tech Mascalucia: Bella festa e presentazione delle attività federali al Pala Wagner

Pomeriggio di festa e di presentazione ai tifosi e agli organi di stampa per l’Handball Club Darwin Tech che sabato 8 settembre, al pala Wagner di Mascalucia, ha reso pubblico il nuovo organigramma dirigenziale e tecnico della società. A fare da “presentatore” il presidente dell’H.C. Sergio Pagano che, dopo una lunga estate di lavoro in tante direzioni, nel suo intervento ha ripercorso le principali tappe della nascita del sodalizio mascalucese. Sentiti i ringraziamenti a chi è stato l’artefice della creazione di questa bella realtà sportiva, il dott. Dario Zappalà, (ex atleta di pallamano e grande appassionato) che ancora oggi risulta tra i dirigenti e sostenitori più affezionati al club mascalucese. Ma parole di ringraziamento sono arrivate anche per Massimo Randis, uno degli atleti e tecnico del settore giovanile e per Carlo Pappalardo, dirigente tra i più attivi del sodalizio che ha lasciato l’incarico per impegni di lavoro. Apprezzata la presenza del presidente della F.I.G.H. Sicilia, l’ennese Sandro Pagaria che nel saluto rivolto ai presenti ha tenuto più volte a sottolineare il grande lavoro dell’H.C. Mascalucia e naturalmente i risultati brillanti in termini di quantità e soprattutto di qualità con la vittoria del campionato di serie A2 maschile nella passata stagione, i piazzamenti importanti nei tornei giovanili (under 15 e 17), ma anche la medaglia d’oro ottenuta dalla Sicilia ai “Giochi delle Isole 2018”. Un successo veramente storico, ottenuto anche grazie al fondamentale contributo di quattro giovani mascalucesi (Seby Coppola, Antonio Cristaudo, Lorenzo Mineo e Endi Xethani) tra i protagonisti assoluti della selezione siciliana. Nuova stagione agonistica che si presenta davvero interessante per il sodalizio mascalucese impegnato su molti fronti e con diverse squadre. Sancite definitivamente le collaborazioni con l’altra società cittadina (l’Aetna Mascalucia ndr.) e con l’Habika di San Giovanni La Punta di Michele Lo Tauro, una nuova realtà verrà portata avanti anche nel vicino comune di S. Agata Li Battiati grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale. E’ stato presentato anche il nuovo staff tecnico che ha già iniziato a lavorare con bambini e bambine che vanno dai 5 ai 13 anni (attività promozionale), mentre è stata ufficializzata la partecipazione ai seguenti tornei federali: under 15 con due formazioni, under 17 e 19 e naturalmente con la prima squadra impegnata nel campionato nazionale di serie A2 (girone C). Riorganizzato il gruppo dirigenziale con in testa Sergio Pagano e l’insostituibile direttore sportivo Orazio Randis che saranno collaborati da Giuseppe Coppola, Umberto Reale, Gabriella Consoli e Giuseppe Gerratana, le principali novità sono arrivate dalla ristrutturazione del settore tecnico. L’esperto Salvo Cardaci è stato riconfermato coordinatore tecnico della società e guiderà l’attività di tutti gli allenatori impegnati con i vari gruppi. In prima squadra il prof. Cardaci è stato affiancato da Piero Pistone (nominato di recente delegato provinciale Figh) e dal preparatore atletico (socio fondatore dell’H.C. ndr.) Nunzio Mineo. Per quanto riguarda le formazioni giovanili, invece, l’under 19 sarà diretta dal duo Cardaci-Pistone, gli under 17 affidati a Nunzio Mineo, mentre i due team under 15 verranno guidati dal trio formato da Nunzio Mineo, Giovanni Somma e Salvo Battiato (quest’ultimo referente provinciale per l’attività promozionale della Figh). Il giovane allenatore Gabriele Costanzo si occuperà, invece, dell’attività promozionale. Per l’attività motoria di base e i centri di avviamento alla pallamano, infine, sarà Angela Coppola la new entry. Al termine della presentazione dei vari settori, riflettori ovviamente puntati sulla formazione maggiore con la presentazione dei tre nuovi arrivati in casa H.C. e cioè: i siracusani (ex Albatro) Alessandro Vasquez e Alessio Lo Bello e il palermitano doc (proveniente dal Malo) Francesco Aragona. Debutto ostico in campionato in programma sabato 6 ottobre, tra le mura amiche, contro i campani del Valentino Ferrara (appena retrocessi dalla massima serie).