DARWIN TECH MASCALUCIA VINCE ANCHE CONTRO PUTIGNANO E SUONA “LA SETTIMA

La migliore Darwin Tech stagionale soffre per quasi un tempo, ma alla fine vince nettamente (28-17) contro l’ostico Putignano. Una gara che si presentava piena di insidie per la compagine del presidente Sergio Pagano, alle prese con tre assenze pesanti che rischiavano di condizionare l’esito del match. Bruno Cristaudo, Marco Pappalardo e Gabriele Costanzo, oramai dallo scorso anno, si sono ritagliati un ruolo fondamentale in prima squadra e problemi fisici li stanno costringendo da qualche settimana a ‘mordere il freno’. In campo con ben 9 atleti su 14 appartenenti alle formazioni giovanili, i ragazzi di coach Salvo Cardaci e del suo vice Piero Pistone hanno disputato una prestazione veramente da incorniciare. La cronaca della gara vede le due squadre in perfetta parità fino al minuto 25′ quando le parate del solito Alessandro Vasquez e le penetrazioni di un immarcabile Ciccio Giuffrida (nella foto) regalavano un break di 4 a 0 che portavano i mascaluciesi al riposo in vantaggio per 14 a 9. Nella ripresa gara a ‘senso unico’ e sotto i colpi di un ritrovato Dario Consoli, del regista Ciccio Aragona e del possente Alessio Lo Bello il vantaggio assumeva proporzioni importanti. Nei 20′ minuti finali, dunque, lo staff tecnico dava spazio ai più giovani e con in campo 5/7 della squadra under 17 saliva in cattedra il portierino Seby Coppola e i “baby” Antonio Cristaudo, Endi Xethani, Lorenzo Mineo e Alessio Cardullo che tenevano botta e chiudevano il match sul + 11 (28 a 17 lo score finale). “E’ stata una bella partita che ha divertito il pubblico presente in tribuna – dice il capitano Antonio Consoli – la nostra squadra, nonostante qualche assenza, sta giocando con grande entusiasmo e anche i giovani del vivaio, inseriti oramai in pianta stabile nella prima squadra, riescono a dare il loro contributo. Contro Putignano oltre all’attacco ha funzionato benissimo anche la difesa e il risultato finale testimonia la superiorità emersa in campo. Adesso però – conclude Consoli – testa e gambe vanno al prossimo impegno che, di fatto, chiude il grione di andata. Sabato sera giocheremo ad Alcamo il nostro secondo derby siciliano e dovremo giocare al meglio per uscire con un risultato positivo. Abbiamo voglia di continuare a stupire e giocheremo per vincere…”.