Figh, Cenzi: “C’è entusiasmo, Padova non si farà trovare impreparata”

Gianni Cenzi, classe 1965, allenatore con circa trent’anni di esperienza alle spalle, condivide la sua passione per la pallamano con il suo lavoro (Ispettore di Polizia, addetto alle indagini balistiche alla Polizia Scientifica di Padova ndr) e la sua famiglia cercando sempre con grande sacrifico di gestire il tempo con i giusti equilibri. Al vice presidente della Figh abbia chiesto come procede in quel di Padova l’organizzazione della gara Italia – Serbia e delle finali nazionali under 18 maschili e femminili. “Notiamo davvero tanta partecipazione. Stiamo lavorando alacremente in vista di questi importanti appuntamenti. La speranza è che alla fine tutto fili liscio. Abbiamo inserito all’interno dell’evento anche la finalissima per l’assegnazione dello scudetto nelle categorie under 18 maschili e femminili. Tanti giovani atleti avranno l’occasione di esibirsi in una cornice di pubblico come la Kioene Arena di Padova. Si respira – continua lo stesso Gianni Cenzi – davvero tanto entusiasmo. Il sentore è che ci sarà per l’occasione davvero una nutrita cornice di pubblico”. Per quanto riguarda il punto di vista tecnico lo stesso vice presidente della Figh non si sbilancia… “Dal punto di vista tecnico ci penserà il campo ad emettere i suoi verdetti. Ci saranno tante squadre alle finali nazionali under 18 maschili e femminile, posso tranquillamente affermare che ci saranno tante società italiane alla kermesse”. Lo stesso Gianni Cenzi poi conclude… “Stiamo curando gli ultimi dettagli. Ci faremo sicuramente trovare pronti per accogliere nel migliore dei modi questa importante kermesse”.