FRANCESCO ARAGONA LASCIA LA DARWIN TECH MASCALUCIA

La notizia era nell’aria da qualche settimana, ma solo da oggi è ufficiale: Francesco Aragona (nella foto), alla ripresa del campionato, non farà più parte della Darwin Tech Mascalucia, capolista imbattuta e a punteggio pieno nella serie A2 maschile di pallamano. Il forte atleta palermitano, infatti, ha espressamente chiesto alla società catanese di essere ceduto in prestito ad una formazione della massima serie nazionale molto attiva nel cosiddetto “mercato di riparazione”. Un trasferimento a cui la società mascaluciese, seppur a malincuore, non si è opposta, visto il forte desiderio del centrale-terzino di ritornare a giocare in serie A1. La decisione, è stata comunicata prima allo staff dirigenziale e successivamente ai compagni di squadra in un messaggio: “Mi dispiace molto lasciarvi a metà stagione, però ci ho pensato molto e credo che sia la scelta giusta per me che voglio tornare ad essere protagonista ai massimi livelli. Volevo ringraziarvi di cuore per come mi avete accolto e fatto sentire a casa. Colgo l’occasione per farvi gli auguri di buon Natale e un grosso e sincero in bocca al lupo per il prosieguo della stagione”. Nei prossimi giorni il trasferimento dovrà essere formalizzato con la società richiedente che dovrà definire l’accordo con l’H.C. Mascalucia del patron Sergio Pagano che sottolinea: ” è una scelta che non condividiamo ma che, di concerto con il nostro allenatore, non ostacoleremo. Ho sempre pensato che gli impegni assunti vanno sempre e comunque mantenuti, ma da ex atleta capisco pure le ambizioni di Francesco a cui auguro di poter realizzare i suoi sogni sportivi e di vita. Per quanto ci riguarda – conclude Pagano – noi andremo avanti nel nostro progetto con i nostri giovani e promettenti atleti che tantissime soddisfazioni ci stanno regalando nelle ultime stagioni”. Nessun particolare commento da parte del tecnico della Darwin Tech Mascalucia che in una nota afferma: “quella di Francesco è per il nostro scacchiere una perdita importante, così come lo sono state quelle precedenti per infortunio di Gianluca Corsico e Alessio Paganello e quasi certamente della nostra ala sinistra Jacopo Torrisi che a gennaio partirà per motivi professionali all’estero. In ogni modo, non ci scoraggiamo affatto e proseguiamo con immutato entusiasmo il nostro lavoro. Sono certo che i nostri pochi “senatori” e i tanti giovanissimi che ho in squadra sapranno continuare a farsi valere. In bocca al lupo, infine, a Francesco a cui auguro le migliori fortune sportive”.