GAETA REGGE UN TEMPO, FESTEGGIA MERANO

Sconfitta esterna per la MFoods Carburex Gaeta che cede il passo anche al Merano: 34-26 il punteggio al termine della contesa al PalaWolf.
Nonostante l’equilibrio del primo tempo, con i biancorossi per lunghi tratti in vantaggio, gli altoatesini hanno saputo indirizzare la partita nei primi minuti della ripresa scavando il solco che ha permesso loro di gestire la partita ed incrementare il divario nel finale.
Protagonista assoluto del match Ratko Starcevic, autore di 13 reti e vera spina nel fianco della difesa gaetana. In evidenza tra i biancorossi Aragona e Di Giulio, esordio tra i pali per Randes.
In classifica Merano allunga ad 11 punti, mentre Gaeta resta fermo ad 8. Dietro Cingoli perde a Cassano e Bologna, prossimo avversario, sale a 4 punti grazie alla vittoria interna contro Cologne.
GAETA REGGE UN TEMPO, FESTEGGIA MERANOLA CRONACA
Avvio sprint per i ragazzi di patron Antetomaso che con Petrychko e Lombardi si portano subito sul 2-0. I padroni di casa non si scoraggiano e ribaltano il risultato con un controbreak di 3-0. Tutto il primo tempo sarà caratterizzato da una serrata lotta punto a punto e continui capovolgimenti fino al 27′, quando i Black Devils provano l’allungo, ma Di Giulio ed Aragona ricuciono lo strappo e permettono al Gaeta di tornare negli spogliatoi sotto di una rete:15-14 all’intervallo.
Nella ripresa bastano pochi minuti agli uomini di Gagovic per piazzare il 3-0 che si rivelerà decisivo e segnerà la svolta dell’incontro. Ancora Di Giulio ed Aragona per un 18-16 che accende una speranza, ma in realtà illude i biancorossi che da questo momento crollano sotto i colpi di Starcevic, Prantner e Pavlovic con Merano abile prima a gestire il risultato, mantenendo sempre il Gaeta a 3/4 gol di distacco, poi ad approfittare di alcuni errori di impostazione dello Sporting Club per aumentare il divario e conquistare agevolmente i due punti.
LA PAROLA A COACH ONELLI
“Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma abbiamo commesso qualche errore e loro sono andati sopra. Nel secondo tempo abbiamo iniziato male, hanno fatto un break che si è poi rivelato decisivo, perché da lì in poi ci siamo disuniti con delle ingenuità come 4 minuti con un giocatore in meno per cambi irregolari. Abbiamo regalato un paio di palloni in attacco, subito dei contropiedi ed è lì che poi c’è stato il distacco. Merano ha fatto una grande partita e probabilmente se avesse giocato così da inizio campionato, adesso sarebbe tra le prime quattro. Non mi preoccupa la distanza di punteggio o la sconfitta a Merano, ma il fatto che qualche giocatore abbia avuto un atteggiamento un po’ sufficiente e che a livello di squadra abbiamo regalato qualche pallone troppo ingenuamente: su questo dovremo lavorare. Lavoreremo in settimana su alcuni aspetti, mentre siamo migliorati in altri e credo sia stata una prestazione migliore rispetto a sabato scorso in quanto in difesa eravamo più compatti, ma abbiamo subito molto da fuori. Da qualche parte dovevamo rischiare, abbiamo preferito rischiare lì: è andata bene in alcuni momenti, peggio nel secondo tempo. Sabato sarà un’altra battaglia, Bologna si è rinforzata, ma è una partita importante e due punti ci darebbero più tranquillità per il prosieguo.”
Il tabellino:
ALPERIA MERANO: Gufler 2, Martinati, Raffl 1, Rottensteiner 2, Starcevic 13, Stricker A. 2, Stricker La., Stricker Lu. 2, Trojer Hofer, Brantsch 2, Pavlovic 5, Dal Medico, Prantner 2, Slijepcevic 3, Glisic, Unter. All. Gagovic
MFOODS CARBUREX GAETA: Amendolagine, Lombardi 5, Amato, Petrychko 3, Aragona 6, Di Giulio 7, Ponticella, Marino 3, Cascone, Ciccolella, Miceli, Antonio 2, Uttaro, Scavone.