IL GAETA IMPATTA A COLOGNE

Una partita scoppiettante, ricca di emozioni, ribaltoni e colpi di scena, incerta fino alla sirena.
Non a caso Cologne-Gaeta era uno dei match più attesi della 12^ giornata della Serie A1, sia per l’equilibrio sostanziale tra le due squadre, sia per una lotta salvezza che dopo la vittoria del Merano a Conversano e la sconfitta del Cingoli tra le mura amiche ad opera del Bolzano, si rende ancora più impervia ed interessante. In evidenza tra i biancorossi Amato (top scorer del team con 7 reti) ed Amendolagine, nuovamente autore di tante parate nel corso della contesa e soprattutto dell’intervento finale che permette allo Sporting Club di guadagnare un punto prezioso in uno dei campi più ostici del campionato e salire a quota 8 in classifica.
 LA CRONACA
Avvio spumeggiante per la MFoods Carburex che, dopo la rete iniziale franciacortina, in 4′ minuti piazza un break di 4-0 con Antonio, Di Giulio e Lombardi per poi allungare sul 6-2 al 7′. Da qui la manovra offensiva del Gaeta inizia ad incepparsi e, complice qualche pallone perso ingenuamente, i ragazzi di coach Onelli sembrano smarrirsi anche in difesa non riuscendo a contenere gli attacchi di un Cologne privo di Bobicic e Soldi. I bresciani di Kokuca attuano infatti una rimonta che al 26′ del primo tempo li porta a condurre per 14-10, massimo vantaggio raggiunto dai padroni di casa. Le due reti di Lombardi consentono ai biancorossi di dimezzare il divario e tornare negli spogliatoi sul 14-12.
Nella ripresa la realizzazione dai sette metri di Piantoni sembra indirizzare il match verso i franciacortini, tant’è che dopo cinque minuti il tabellone è fermo sul 18-15, ma la reazione non tarda ad arrivare e lo Sporting Club prima recupera qualche rete, poi ingaggia una lotta punto a punto che, grazie ad un tiro dai sette metri neutralizzato da Amendolagine, alla vena realizzativa di Amato e ad una difesa più aggressiva che fa saltare gli schemi del Cologne, consente ai pontini dapprima di pareggiare, per poi passare in vantaggio 26-25 al 54′. Controbreak dei lombardi e si giunge così all’ultimo minuto di gioco sul 27-27.
Il Gaeta avrebbe l’opportunità di portarsi nuovamente in vantaggio, ma sotto segnalazione di passivo la conclusione de Di Giulio da posizione abbastanza ostica viene facilmente intercettata da Manenti. Mancano 24 secondi, il Cologne chiama time out ed organizza l’ultima azione, ma questa volta è Amendolagine a dire di no a Mazza e ad obbligare i padroni di casa a dividere la posta in palio.
LA PAROLA AL CAPITANO
“Sapevamo che ce l’avrebbero messa tutta per disputare un buon match prenatalizio davanti al loro pubblico. Abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma tutto sommato abbiamo guadagnato un punticino importante per la classifica.”
LA PAROLA AL MISTER
“Abbiamo iniziato bene mettendoli in difficoltà, ma poi abbiamo perso sicurezza. Più bravi nel secondo tempo, anche se abbiamo regalato al Cologne alcuni palloni con cui potevamo chiudere la contesa. Non ci siamo riusciti, anzi abbiamo rischiato di perderla, quindi credo che alla fine il pareggio sia il risultato più giusto!”
Metelli Cologne-MFoods Carburex Gaeta 27-27 (p.t. 14-12)
Cologne: Mercandelli, Foglia, Signorini, Mazza 5, Barbariga, Piantoni 9, Ranieri, Petruzzi, Magri, Manenti Manuel, Manenti Nicholas, Lancini 2, Cantore 2, Lopez 9, Mombelli, Thiaw. All. Kokuca
Gaeta: Scavone, Amendolagine, Di Giulio 5, Cascine, Pianticella 1, Uttaro, Marino 2, La Monica, Miceli, Lombardi 6, Amato 7, Mougits 2, Antonio 4, Ciccolella. All. Onelli