Jomi Salerno, Cardaci: “Gara tre? Sarà una battaglia psicologica”

Lo scudetto della serie A1 femminile si assegnerà in gara tre. L’Indeco Conversano, dopo la sconfitta rimediata in gara uno tra le mura amiche del Pala San Giacomo, batte la Jomi Salerno con il risultato di 21 a 20. Domani (30 maggio) alle ore 19:30 ci sarà la gara decisiva che assegnerà il titolo tricolore 2016/2017. Il tecnico della Jomi Salerno, Salvo Cardaci, commenta così la gara e si proietta già alla gara 3 in programma domani (30 maggio ndr) alla Palestra Caporale Palumbo. “È stata una gara dai due volti. Nel primo tempo abbiamo le ragazze hanno interpretato al meglio la sfida contro Conversano. Siamo andati al riposo con un vantaggio di ben 5 reti ed abbiamo anche avuto altre occasioni per incrementare ancora il nostro bottino. Nel secondo tempo – prosegue coach Cardaci – c’è stato il ritorno delle pugliesi, siamo andati in sofferenza per ben 15 minuti. Non riuscivamo a trovare la via della rete, è salita in cattedra il loro portiere Martina Giona. Complice qualche episodio sfavorevole non riuscivamo più a segnare”. Intanto domani sera (30 maggio ndr) con inizio alle ore 19:30 c’è la decisiva gara 3… “Siamo chiamati a dare il massimo in gara 3 per portare a Salerno lo Scudetto che abbiamo comunque dimostrato ampiamente di meritare”. Come si prepara la sfida decisiva per il titolo tricolore… “Bisogna lavorare molto dal punto di vista mentale e psicologico. Non c’è tempo per recuperare e per studiare eventuali correzioni tattiche, questo tipo di gare si giocano soprattutto a livello mentale. Alla fine vincerà chi avrà più voglia di portare a casa il titolo tricolore”.