La capolista Faenza ferma la striscia positiva della Pizzikotto Rubiera

La capolista Faenza ferma la striscia positiva della Pizzikotto Rubiera. Bella partita al PalaBursi, tra due squadre ben organizzate e “combattive”. Faenza continua la propria corsa a punteggio pieno in classifica e lo fa vincendo con merito; Rubiera si ritrova attardata in classiifca ma ha dimostrato di poter lottare alla pari con la più forte del torneo, anche se preoccupa il fatto che questa squadra troppo spesso si faccia apprezzare nelle partite più difficili per poi invece cambiare pelle e rischiare o perdere punti contro squadre decisamente inferiori. Giocasse sempre con lo spirito battagliero mostrato con il Faenza, probabilmente la Pizzikotto si ritroverebbe con una posizione in classifica molto migliore. Purtroppo contro un avversario esperto e forte come il Faenza, imbottito di giocatori che lo scorso anno facevano la A con il Romagna, commettere troppi errori costa caro. E in effetti è stato così: tutte le occasioni di riaprire veramente la partita e magari dare un senso diverso al match sono state sbagliate da Rubiera, l’ultima sul 22-24 e palla in mano quando mancavano 5 minuti al sessantesimo. Troppe palle perse nel primo tempo, tanti tiri ben costruiti ma sbagliati dalle ali e 2/3 contropiedi malamente conclusi. Dall’altra parte invece Faenza è stata bravissima a punire in tutte le occasioni in cui Rubiera ha inevitabilmente calato un attimo la tensione, sfruttando al meglio le occasioni in contropiede che poi hanno fatto la differenza in una partita in cui le difese schierate hanno spesso avuto la meglio sugli attacchi avversari. L’impressione, che tale resta perchè non c’è riscontro, è che nel finale gli ospiti fossero alla frutta ma Rubiera non ha saputo cogliere l’attimo. Peccato davvero. Adesso però bisogna trovare il modo di replicare una partita così in occasione della prossima partita contro il Massa Marittima: l’avversario non è certo della qualità del Faenza ma sa farsi rispettare e se non giochi con la giusta intensità la superiorità tecnica rischia di non essere un fattore tanto quando l’agonismo sportivo. Adesso la Pizzikotto ha bisogno di punti per non complicarsi la vita nel girone di ritorno: il quinto posto è tutto da conquistare!

PIZZIKOTTO RUBIERA – FAENZA 24-27 (p.t. 13-16)
PIZZIKOTTO RUBIERA: Rivi, Filippini, Patroncini 2, Benci 2, Ferretti 3, Rinaldi 1, Jendoubi 1, Sentieri 6, Mazzieri, Bartoli, Giberti, Turrini 1, Hila, Giovanardi 8. All.: Agazzani.
FAENZA: Mandelli, Minarini, Carnero, Fadda 5, Vanoli 1, Amaroli, Lega 2, Ceroni 8, Babini, Rossi 2, Folli Mat. 2, Folli Man. 3, Albertazzi, Tarmonti 4. All.: Ronchi.
ARB.: Rossetti e Pasqualin.
Note. Sette Metri: Rubiera 5/5, Faenza 2/2. Minuti di Esclusione: Rubiera 2, Faenza 8.