Non si ferma la Darwin Tech Mascalucia, netta vittoria contro il Valentino Ferrara

Si torna finalmente a parlare di pallamano giocata e si ricomincia da dove si era praticamente finito: vincendo! La prima giornata di ritorno della serie A2 nazionale ha visto, ancora una volta, vincere la Darwin Tech Mascalucia opposta al fanalino di coda Valentino Ferrara di Benevento. Il risultato finale di 44 a 14 la dice tutta sulla superiorità tecnica dimostrata dalla compagine del presidente Sergio Pagano presentatasi al palasport di Montefusco con una veste assai ringiovanita. Gli inserimenti in prima squadra di diversi talenti del vivaio (Mineo, Coppola, Xhetani, Cardullo e i fratelli Cristaudo) ha portato nuova linfa al team guidato da Salvo Cardaci che, progressivamente, sta ritrovando la giusta quadratura tattica. Aver perso per strada atleti titolari e di ottima caratura come Corsico, Paganello, Torrisi e Aragona non sembra aver creato grandi scompensi tattici e nelle ultime settimane i segnali che sono venuti dallo spogliatoio sembrano incoraggianti. “Abbiamo senza alcun dubbio perso atleti di qualità – evidenzia il d.s. Orazio Randis – ma il gruppo ha reagito alla grande a queste defezioni eccellenti e siamo veramente contenti di poter dare spazio a questo gruppo di giovanissimi che con le “chiocce” Vasquez, Giuffrida, Consoli, Celano e Cardaci avranno la possibilità di maturare esperienze importanti in un campionato competitivo”.
Nove vittorie su nove partite: un record che consolida il primato in classifica dei mascaluciesi a quota 18 punti seguiti a ruota da Teramo (a quota 15 punti) e Benevento (14). Non è bastata, dunque, la lunga sosta di campionato a fermare Costanzo, Pappalardo, Lo Bello e compagni che adesso dovranno pensare ai prossimi due difficili impegni di campionato al pala Wagner contro l’Atellana e nuovamente a Benevento, in casa di una delle formazioni più attrezzate della categoria.
“Partita senza storia con due squadre con obiettivi diversi – evidenzia coach Salvo Cardaci – noi giochiamo per le prime posizioni e i giovani ragazzi del collega Eros (Oriani ndr.) cercano invece di mantenere la seconda serie nazionale. Per quel che riguarda la gara di sabato scorso sono particolarmente soddisfatto della prestazione dei più giovani a cui ho avuto modo di far disputare un minutaggio importante. Adesso gambe e testa alla prossima sfida casalinga, sabato prossimo contro i l’Atellana, una delle formazioni che più ci ha fatto soffrire nel girone di andata”.