Oderzo capitale dell’handball per conquistare la Coppa Italia

La macchina organizzativa è già al lavoro per garantire che tutto vada per il verso giusto. Fervono i preparativi a Oderzo per la finale a 8 della Coppa Italia di pallamano femminile, che si svolgeranno da venerdì a domenica. Incontri avvincenti ma anche riunioni tra società. La città opitergina si prepara a essere la capitale d’Italia dell’handball, disciplina che ha offerto in questi giorni un evento galattico, cioè i mondiali maschili in Danimarca (vincitrice in finale sulla Norvegia), dove per l’ennesima volta l’Italia ha fatto da spettatrice. «Siamo pronti per un evento epocale – ha dichiarato il presidente della Pallamano Oderzo, Pierluigi Balzano – abbiamo deciso di avanzare la nostra candidatura quando abbiamo notato che in altre zone d’Italia le presenze raggiungevano picchi esponenziali. Sono sicuro sarà la stessa cosa anche qui a Oderzo e nei dintorni». Otto squadre ospitate, con dirigenti e tifosi al seguito, provenienti da tutta Italia. E per ogni capitale sportiva che si rispetti arriveranno nella città del Monticano almeno 3000 persone. Si calcola però che le presenze potranno essere ben 5000 nella tre giorni, con inevitabili ricadute positive per il tessuto economico locale. Ma per le finali di coppa Italia si vuole vedere e pensare positivo. Attraverso i social e non solo la Pallamano Oderzo ha lanciato una martellante campagna di avvicinamento. Gli alberghi saranno pieni, tanto che alcuni tifosi e dirigenti delle squadre al seguito pernotteranno nelle vicine Prata e Pasiano. Sabato la federazione di pallamano (Figh) ha fissato una riunione tra tutte le società di A2 italiane. Il giorno delle finali, domenica, sarà la volta della riunione federale con tutte le società di serie A1, sia maschili che femminili. Quella mattina verrà ospitato un altro evento collaterale ma di interesse sportivo, ovvero un raduno di praticanti bambini di pallamano provenienti da Veneto, Trentino, Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Insomma ce ne sarà per tutti i gusti.  Il programma completo: quarti di finale, venerdì alle 14 Denplast Dossobuono – Leonessa Brescia, alle 16 Jomi Salerno – Casalgrande Padana, alle 18 Mechanic System Oderzo – Suncini Agribiochimica Ariosto Ferrara, alle 20 Brixen Sudtirol – Leno. Semifinali il sabato alle 17 la vincente del primo match incontra la vincente del quarto, le vincenti di secondo e terzo match si affronteranno subito dopo, non prima delle 19. Finali dalle 15 di domenica, prima quella per il terzo posto poi, dalle 17 quella per l’assegnazione della coppa.

 

fonte La Tribuna di Treviso