SERIE B: ARETUSA BATTE AVOLA E CHIUDE AL SECONDO POSTO

Ultimo atto per la pallamano Aretusa nel campionato di serie B maschile.

La squadra del presidente Villari ha vinto contro i “cugini” dell’ Avola con il netto punteggio di 35 a 18 nell’anticipo dell’ultima giornata di campionato di serie B.

La gara, ininfluente ai fine della classifica, essendo ormai cristallizzate le posizioni di entrambe le società, è stata in equilibrio fino al 20′ del primo tempo (8-7 per i siracusani) con gli avolesi bravi a tenere testa e a ribattere colpo su colpo, nei successivi 40 minuti invece è stato determinante il fatto che i siracusani, ancora in piena attività dovendo affrontare nell’arco dei prossimi 10 giorni le finali dei campionati under, abbiano fatto prevalere una maggiore freschezza fisica, la loro grande determinazione oltre che un tasso tecnico superiore.

Nel secondo tempo il tecnico Rudilosso ha avuto modo di dare spazio ai giovani under che domenica parteciperanno alla finale regionale Under 17.

Al termine dell’incontro grandi abbracci e estremo fair play tra le due compagini soddisfatte ciascuna per il proprio campionato: l’Avola del Prof, Giuffrida è stata capace di mettere in difficoltà quasi tutte le squadre del campionato raccogliendo forse meno di quanto meritato e mettendo comunque in luce alcuni interessanti giovani del vivaio.

Per l’Aretusa di mister Rudilosso si è invece trattato di un autentico successo, essendo riuscita a raggiungere il secondo posto con un gruppo composto interamente da giocatori siracusani, la stragrande maggioranza dei quali non ancora 18enni, che nella prima parte del campionato, è stato supportato anche dalla presenza di qualche giocatore di esperienza che, così come era nei programmi della società, ha dato il proprio contributo alla crescita dei giovani a cui ha poi lasciato spazio nella seconda parte del campionato.

Alla società va il merito di aver creduto in questo programma e di aver operato affinchè, con i giusti tempi, si realizzasse.

Al mister Rudilosso va riconosciuta la capacità di essere riuscito ad integrare i giovani inserendone sempre di nuovi, svilupparne le capacità tecnico-tattiche e di aver costruito un gruppo che, partita dopo partita, è diventato sempre più forte e coeso fino al raggiungimento di un risultato che in pochi alla vigilia avrebbero pronosticato.

Ad entrambi infine va dato merito di aver ridato entusiasmo e voglia di giocare a tutti gli atleti facenti parte della rosa e di aver risvegliato l’entusiasmo in città per la pallamano; anche ieri, nonostante fosse un turno infrasettimanale serale, erano un centinaio i tifosi presenti sugli spalti a tifare per i rosso-verdi.

Una nota di tristezza è giunta al termine dell’incontro quando i ragazzi dell’ Aretusa hanno voluto ricordare il giovane Simone Geracitano, recentemente scomparso in un incidente stradale, legato a molti di loro da profonda e fraterna amicizia.

Questo iltabellino:

Aretusa: Mincella, Terranova, Azzaro (6), Mangiafico (2), Santoro L. (6), Giuffrida (5), Accolla (4), Calvo, Di Paola, Rizza (3), Sortino (7), Izzi, Faraci (2), Giuliano, Yatawarage

Avola: De Luca (4), Galati (2), Garofalo (4), Oddo (1), Prestia (2), Restuccia (1), Zappalà (2), Amato, Campisi (1), Cusi, Rinaldo, Caruso (1), Ippolito