Terza sconfitta consecutiva per la Polisportiva Cingoli

Arriva la terza sconfitta consecutiva per la Polisportiva Cingoli, anche se i ragazzi di Nocelli escono a testa alta dal PalaTacca di Cassano Magnago. La formazione del main sponsor Santarelli mette in seria difficolta la squadra varesina nel primo tempo, ma alla fine sono i locali ad uscire vincitori nel secondo tempo per 26-22, nella prima giornata di ritorno del campionato di Serie A Maschile di pallamano.

Nella frazione iniziale, infatti, i biancorossi riescono a portarsi in vantaggio fino a un massimo di 3 reti. Moretti inaugura le danze, Alvarez, Bincoletto e Mangoni ribaltano sull’1-3. Fantinato accorcia, Mangoni ribadisce il + 2 (2-4).  Alvarez e Nocelli trovano il 3-6 nel primo quarto d’ora di gioco. Le due squadre però sbagliano troppo in attacco e i portieri si ergono a protagonisti. Il Cassano, tuttavia, ha un giocatore di nome Alessio Moretti, capocannoniere del campionato, capace di riportare i lombardi dal 4-7 all’8-7 con 3 reti su 4 in 5 minuti. Alvarez tiene a galla Cingoli, ma ancora Moretti chiude il primo tempo sul 9-8.

Nella ripresa i padroni di casa mettono a segno diversi strappi decisivi, Cingoli prova a recuperare, ma non riesce ad avvicinarsi oltre il -2, dopo un tentativo tutto cuore di rimonta. E’ sempre Alvarez a trovare la prima rete della Santarelli, per il 9-9. A questo punto il Cassano Magnago piazza un break di 4-0 firmato Cerci, due volte Saitta e Monciardini, è 13-9. La Polisportiva, stanca, si innervosisce e diversi giocatori vengono sospesi per 2 minuti. Alvarez stabilisce il -3, Moretti allunga, ma è ancora l’italo-argentino a ribadire il 14-11. Nocelli risponde a Milanovic, Moretti e Saitta trovano il +5 (17-12). Sul 18-14, ancora Saitta porta la sua squadra sul +6 (20-14). Cassano, a metà del secondo tempo, controlla le 6 reti di vantaggio fino al 23-17. Cingoli non ci sta e prova il ribaltone: Camperio dà la scossa con due reti, segnano anche Mangoni e Garroni, la Polisportiva trova il 23-21 a 5 minuti dalla fine. Bincoletto ribatte il gol di Milanovic, ma negli istanti conclusivi Possamai e Bortoli chiudono definitivamente la pratica.

Il Cassano Magnago vince 26-22 contro la Polisportiva Cingoli e si porta a 3 punti dalla capolista Bolzano, sconfitta dal Pressano terzo. I varesini meritano ampiamente la posizione occupata. La formazione di Nando Nocelli, nonostante gli sfavori del pronostico, ha tirato fuori un primo tempo a larghi tratti esaltante, ma nel finale non è riuscita ad arginare la potenza di fuoco varesina, seppur con un Colleluori ancora una volta decisivo, soprattutto nella frazione iniziale. Il cuore non manca alla squadra cingolana, come dimostrato dal tentativo di rimonta finale, occorre solamente trovare concentrazione e lucidità nei momenti cruciali. Top scorer della gara un implacabile Alessio Moretti con 9 reti, seguito da un ritrovato Emanuel Sergio Alvarez con 8 e da un eclettico Saitta a 6. Sta confermando di essere fondamentale il nuovo arrivo Giacomo Bincoletto, con una prestazione di qualità e quantità, mentre non ci sono più aggettivi per descrivere un giocatore come Tomas Camperio, vero trascinatore cingolano a 35 anni suonati.

La sconfitta è comunque meno amara del previsto: nella lotta salvezza, il Merano vince contro il Gaeta ed il Bologna a sorpresa batte il Cologne; la classifica, nelle ultime 5 posizioni, vede Merano a 11, seguito da Cologne a 9 e da Gaeta a 8, squadre attualmente salve, quindi Cingoli penultima rimane a 7 punti in piena zona retrocessione, anche se il Bologna ultimo torna a -3 (4 punti). Nella prossima giornata, in programma sabato 26 gennaio, la Polisportiva sfiderà il Fondi al PalaQuaresima, squadra all’ottavo posto con 13 punti, guardando anche alle sfide Gaeta-Bologna e Cologne-Merano, già potenzialmente decisive in ottica salvezza.