Una Venplast tutto cuore torna dal PalaBoschetto con un punto. Dobreva allo scadere salva l’Ariosto Ferrara

Una grande Venplast Dossobuono vede sfuggire l’intera posta al PalaBoschetto all’ultimo secondo, dopo una caparbia rimonta nella ripresa. È un pareggio per 27-27 che giunge al termine di una prova di enorme carattere delle ragazze di Escanciano Sanchez, che davanti alle avversità si sono ulteriormente compattate, rimontando cinque reti di svantaggio nella ripresa e andando a condurre nell’ultimo minuto del match; la sliding door è a 47” dalla sirena, con il cartellino giallo per Escanciano Sanchez che toglie la palla della partita dalle mani giallo-rosse.

La partita. Due tiri dai sette metri nei primi minuti del match; Soglietti centra il palo, mentre Mazzieri infila la prima rete della gara. Ariosto si porta in vantaggio al 5′ con le reti di Dobreva e Gioia, ma la Venplast ribalta la situazione sul 2-3. Piccolo strappo dell’Ariosto con il parziale di 3-0 che porta le padrone di casa sul +2, ma Brunetti tiene agganciata la Venplast con il primo dei numerosi contropiedi conclusi dalle ospiti nella prima frazione. Soluzioni che caricano le ragazze di Escanciano Sanchez, abili a sfruttare gli errori dell’Ariosto nonostante le numerose inferiorità numeriche. Costa e Crosta concludono le ripartenze che mettono nuovamente a contatto la Venplast e che inducono mister Britos al timeout al 17′ sul 7-6. Al rientro la Venplast soffre le esclusioni temporanee ma riesce comunque a tenere lo scarto sulle due lunghezze. Pernthaler e Luchin chiudono i propri legni con numerose parate importanti, contribuendo a mantenere il punteggio di gara stabile sulla parità. Un equilibrio che si protrae fino alla prima sirena, con i pallonetti in contropiede di Crosta e Brunetti che accendono l’entusiasmo ospite e il sette metri di Mazzieri che chiude il primo tempo sul 13-13. Nella ripresa Ariosto allunga con le reti di Lisciandro ed arriva al 40′ sul massimo vantaggio con Dobreva; 20-15. La Venplast rientra in partita con Ghilardi e Costa che al 41′ riducono il gap sul 21-17. Al 42′ gli arbitri estraggono il cartellino rosso nei confronti di Stettler. La Venplast sale di tono e piazza uno 0-3 che rimette in pista la formazione ospite, costringendo mister Britos a chiamare time-out al 46′ sul 21-20. Al rientro Ariosto rimane avanti nel punteggio ma è una Venplast che alimenta la propria portata di minuto in minuto; dai polsi giallo-rossi escono alcuni errori pesanti, che però trovano rimedio nel contropiede di Biondani al 55′ che vale la parità sul 25-25. Ghilardi scippa il pallone nel giro palla dell’Ariosto e timbra il vantaggio Venplast in contropiede solitario al 58′. A 47” dal termine gli arbitri puniscono Escanciano Sanchez con il cartellino giallo per aver calpestato la riga dell’area tecnica; decisione che toglie alla Venplast la palla da due punti, che Tisato tramuta nel pareggio dell’Ariosto a 36” dalla fine. Marrochi riporta però avanti la Venplast dopo una manciata di secondi in in un finale concitato. Palla che torna dunque nuovamente all’Ariosto e Dobreva trova l’ultimo sussulto a 4” dalla sirena, che sigla il pareggio finale sul 27-27.

Le dichiarazioni del presidente Marco Beghini a fine gara:«È stata una gara intensa dove ho rivisto la squadra che mi piace. Le ragazze hanno dimostrato carattere e voglia di vincere una partita importante, cosa che le è stata negata purtroppo da una discutibile decisione arbitrale che ha influito sul risultato finale della gara. Resta ad ogni modo la prestazione intensa e di carattere, che ci rende particolarmente contenti dopo un periodo difficile e proietta il gruppo nel modo giusto verso la Final Eight di Coppa Italia del prossimo fine settimana».

Suncini Ariosto Ferrara – Venplast Dossobuono 27-27 (p.t. 13-13)
Suncini Ariosto Ferrara: Vitale, Manfredini, Di Lisciandro 4, Burgio 1, Gioia 7, Stettler 1, Tisato 1, Lo Biundo, Pernthaler, Dobreva 11, Lentini, Soglietti 2. All. Carlos Alberto Britos
Venplast Dossobuono: Biondani 1, De Togni, Fabbricatore, Crosta 3, Poderi 2, Costa 4, Marrochi 3, Drinic 1, Zanette, Manfredini, Cacciatore, Brunetti 3, Luchin, Ghilardi 6, Mazzieri 4, Marchegiani. All. Roberto Escanciano Sanchez
Arbitri: Limido – Donnini