Venplast Dossobuono, sconfitta a testa alta contro le slovene del Koper

Finisce 30-32 in favore delle slovene dello Zurd Koper l’ultima amichevole prima dell’esordio in campionato della Venplast Dossobuono. Un inseguimento durato 60′ quello delle ragazze di mister Escanciano Sanchez, sofferenti al termine della prima frazione, ma tenaci e rabbiose nel riagguantare il match nel secondo tempo. Il risultato finale premia Koper per aver condotto la gara dal primo istante di gioco, ma consegna i dovuti meriti anche alla prova positiva della Venplast Dossobuono.

La partita. Studio ed equilibrio nella prima fase di un incontro che di amichevole mostra ben poco, sia per il clima creato sugli spalti da un’ottima cornice di pubblico, sia dalle giocatrici in campo che non si risparmiano nei contatti fisici. Koper prova la fuga al 13′ sul 4-6, con mister Escanciano Sanchez che spende un utile time-out che permette alle ragazze della Venplast di ricomporsi e di riagguantare la parità con Ghilardi e Brunetti sul 6-6. Al secondo tentativo però Koper colpisce e riesce a scavare un solco di quattro reti al 20′; la Venplast vive il momento più difficile della propria gara ed incassa reti fino al -6 al 28′. Mazzieri e Brunetti accorciano sul calare del primo tempo, ma un sette metri a tempo scaduto riporta Koper sul 12-17 alla prima sirena. Escanciano Sanchez scuote le proprie ragazze, che entrano in campo nella ripresa con un piglio differente. Il distacco rimane immutato fino al 37′, quando la Venplast in otto minuti distrugge il bottino costruito da Koper con un parziale di 7-1; Ghilardi segna a ripetizione, con Marrochi e Crosta che trovano spazio nel tabellino. Il contropiede di Biondani al 45′ infiamma il PalaDossobuono ed è la goccia che fa traboccare il vaso di un infuriato mister Lazar, costretto a chiamare time-out sul risultato di 22-23. Koper recupera equilibrio e stabilità in campo, rispondendo colpo su colpo ad una Venplast che continua a dimostrarsi comunque pimpante, ma che non riesce a scalfire quel minimo vantaggio che in un amen ritorna ad essere più consistente. Al 52′ è mister Escanciano Sanchez a dover chiamare il proprio time-out sul risultato di 25-28. Segna Zanette, ma Koper piazza il parziale decisivo con uno 0-3 che chiude la partita a 5′ dalla seconda sirena sul 26-31. La Venplast prova a crederci fino alla fine, andando in rete con Guadagnini, Crosta e per due volte con Zanette, ma non c’è più spazio per recuperare il risultato. Al 60′ è 30-32 per Koper.

Venplast Dossobuono – Zurd Koper 30-32 (p.t. 12-17)
Venplast Dossobuno:
 Biondani 4, De Togni, Guadagnini 1, Crosta 2, Poderi 1, Costa 2, Marrochi 1, Drinic, Zanette 3, Cacciatore, Brunetti 4, Luchin, Ghilardi 8, Mazzieri 4. All. Escanciano Sanchez

Soddisfatto il duo Escanciano Sanchez-Lepoglavec, che al termine del match commentano in coro:«Una prova sicuramente positiva, avendo giocato alla pari contro un avversario che disputa un campionato importante e che sulla carta risulta più quotato di noi. Siamo contenti di quello che le ragazze hanno mostrato in campo; ora c’è da lavorare al massimo nella prossima settimana per prepararsi agli incontri che metteranno in palio i due punti».

La prossima settimana giallo-rossa si aprirà domani sera con la presentazione ufficiale della squadra alle ore 19.00. L’evento verrà trasmesso in diretta su Facebook sulla pagina “Pallamano Olimpica Dossobuno” in collaborazione con Avelia. Il prossimo appuntamento in campo sarà invece per la prima giornata di campionato contro il Leno in programma sabato 15 settembre alle ore 18.30.