8 su 8 per la Genea Lanzara che batte Il Giovinetto. 16 reti per il bulgaro Rosen Kolev: “Club e ragazzi fantastici”.

La Genea Lanzara si congeda dal pubblico amico con un prezioso successo ai danni del Giovinetto. Alla Palestra Caporale Palumbo, nell’ ultimo match casalingo del 2022, la compagine cara al Presidente Domenico Sica ottiene i due punti contro i siculi di Kljajic, terza forza del campionato, conquistando l’ ottavo successo su altrettanti incontri. Gara ricca di segnature, con i salernitani sempre avanti nel punteggio e bravi a gestire il vantaggio, nonostante qualche defaillance difensiva, sino al termine della contesa.

Al 25′ di gioco la Genea Lanzara deve fare a meno di Gomez Subarroca, atterrato in contropiede, per via di un colpo alla testa, ben sostituito da Vitiello e Senatore. In fase offensiva da segnalare la prestazione eccellente del bulgaro Rosen Kolev, autore di ben sedici marcature nonostante la marcatura ad uomo nell’intera ripresa.

La gara è equilibrata nelle prime battute di gioco, al 6′ i padroni di casa piazzano un primo minibreak di tre reti (6-3) con i siciliani che accorciano ma mai impattano; dal canto proprio la Genea allunga portandosi negli spogliatoi sul 18-13. Nella ripresa la situazione non cambia, coi padroni di casa che raggiungo il massimo vantaggio al 47′ sul 32 – 25, grazie ad un ottimo gioco corale che vede finalizzare tutti gli effettivi in campo. Nel finale Il Giovinetto riduce il divario complice due esclusioni momentanee consecutive della Genea, col match a chiudersi, senza particolari sussulti, sul 40-35 finale.

“Sono molto contento per la vittoria ottenuta contro Il Giovinetto – dichiara il terzino Rosen Kolev – ma credo che abbiamo molto su cui lavorare. Abbiamo sbagliato molti tiri, commettendo inoltre errori tecnici ed ingenuità in difesa. Tuttavia, quello che abbiamo fatto è stato sufficiente per ottenere i due punti.

 

Anche personalmente ho ancora tanto da migliorare, sotto tutti i punti di vista, credo di aver trovato, però, finalmente in questo match il miglior gioco in attacco, di cui sono davvero felice. Grazie ai fisioterapisti e al lavoro che abbiamo svolto, i miei piccoli acciacchi non mi hanno infastidito in questa partita e mi sono sentito molto più a mio agio.

 

Per quanto riguarda la prossima partita di sabato, in Sicilia contro Aretusa, non vedo l’ora di giocare. Penso che incontreremo un buon avversario e che sarà una partita emozionante, ma il nostro obiettivo è di chiudere imbattuti e di affrontare, serenamente, le festività natalizie.

 

Ho sempre sognato di vivere in Italia, sperimentare la cultura e il cibo in particolare. Le persone che incontro quotidianamente sono così gentili, simpatiche e disponibili. Ma una delle cose migliori è il club – prosegue – i ragazzi della Genea Lanzara sono fantastici e credo che, qualunque cosa accadrà in futuro, qui ho trovato sicuramente dei buoni amici a lungo termine. L’organizzazione societaria, nonostante la giovane età, è straordinaria; l’intera dirigenza, il Presidente, i collaboratori, il mister insomma, tutti, sono dei padroni di casa fantastici, ognuno di loro pone massima attenzione ai particolari con tanta professionalità e mi stanno facendo sentire parte di una grande famiglia”

GENEA LANZARA – IL GIOVINETTO 40 : 35 (p.t. 18 : 13)

GENEA LANZARA: Milano A., Senatore 2, Merola, Fiorillo 1, Milano C. 3, Kolev 16, González, Florio 5, Coppola, Vignola, Vitiello, Gomez Subarroca 2, Mendo 4, Munda 7, Bellini, Cappellari. All: Manojlovic

IL GIOVINETTO: Pantaleo 2, Lo Cicero 5, Guccione, Vinci 1, Mistretta, Summa, Adamo 6, Bach 10, Giacalone, Bagatolli 10, De Vita 1. All: Kljajic

ARBITRI: Ramoul – Nicolella

I RISULTATI DELLA 2^ GIORNATA DI RITORNO: CUS Palermo – Aretusa 37 : 30; Ragusa – Mascalucia 24 : 27; Genea Lanzara – Il Giovinetto 40 : 35; riposa Haenna.

LA CLASSIFICA: Genea Lanzara 16, Palermo 11, Il Giovinetto 8, Haenna* 7, Mascalucia 7, Aretusa 5, Ragusa* 0.

*= 1 partita in meno