A1 Maschile: finalmente si parte!

Sabato 19 Settembre partirà ufficialmente il nuovo campionato di serie A1 maschile. I tre gironi nazionali apriranno le porte alle prime contese laddove le squadre favorite proveranno a partire con il piede giusto per non complicare fin da subito il cammino verso la vittoria.
Il Bolzano campione d’Italia, nel difficile girone A, esordirà contro il Malo, squadra neo-promossa, e proverà a confermare il pronostico di assoluto favorito. Dopo il cambio di guida tecnica gli altoatesini non hanno operato molto sul mercato mantenendo lo stesso assetto della scorsa stagione ed è per questo che i pochi dubbi sulla nuova idea di gioco sono stati spazzati via dopo la vittoria della Supercoppa e l’ottima figura in campo Europeo contro l’Haukar. Una delle pretendenti allo scettro del Bolzano è il Pressano di mister Dumnic che sfiderà in trasferta il Brixen; anche qui non dovrebbero esserci novità su chi vincerà ma resta sempre l’esordio in campionato e le sorprese sono dietro l’angolo. Il Cassano, sulla carta la terza forza del gruppo, verrà ospitato dal Trieste nel match d’apertura: la squadra del presidente Petazzi si è mossa bene sul mercato e potrebbe rappresentare la vera sorpresa del raggruppamento A. Con il Mezzocorona che riposa la prima giornata sarà chiusa da Meran ed Eppan in un match decisamente equilibrato con la seconda che ha effettuato il cambio di allenatore dopo che Flego è passato a Bolzano.
Il girone B vede tre squadre in lizza per la vittoria soprattutto dopo i dati raccolti dal mercato: il Carpi ha cambiato tantissimo e, ad oggi, rappresenta un’incognita, seppur di alto livello. La prima giornata la vedrà sfidare la Nuova Era Casalgrande nell’incontro delle 19 e saprà dare una risposta a tutti quelli che si domandano come sarà il nuovo corso del team di Ilic. Il Romagna del “Tasso”, a detta di tutti, farà la voce grossa in questa stagione e proverà a dar loro ragione vincendo la prima in casa contro la neo-promossa Cingoli. Esperienza contro spensieratezza: vedremo chi la spunterà. L’Ambra si è rivoluzionata in chiave mercato e ci tiene a partire forte, tra le mura amiche, contro il Bologna: una gara senza storia ma lo sport è bello perché ricco di incognite. Dorica ed Estense daranno vita ad una partita bilanciata, entrambe le società hanno l’obiettivo di restare in A1 e di farlo nel migliore dei modi provando anche a fare qualche sgambetto antipatico alle big. Il Rapid Nonantola dovrà attendere il prossimo turno per dire la sua nella nuova stagione visto il turno di riposo.
Nel girone C a farla da padrone dovrebbe essere ancora una volta il Fasano nonostante le defezioni durante la finestra di mercato. L’esordio dei pugliesi sarà casalingo, contro il Città S. Angelo, e non sarà difficile ipotizzare una vittoria larga contro la neo-promossa. La recente perdita di Giannoccaro non dovrebbe modificare più di tanto gli assetti di gioco anche se si trattava di una riserva di lusso. Il derby laziale tra Fondi e Lazio vedrà  la squadra di  casa provare ad imporsi su quella ospite visto il maggior spessore di roster ma, si sa, i derby sono partite a sé. I siciliani di Albatro ospiteranno il Benevento nel match delle 16.30 in un match tutto da scoprire perché, sulla carta, gli organici si equivalgono; stesso discorso per la sfida tra Haenna e Gaeta anche se gli ospiti hanno alle spalle una società non solo solida ma anche proiettata al futuro e potrebbe essere una spinta non da poco per questo nuovo torneo. Ad osservare il turno di stop, alla prima giornata, sarà l’Accademia Conversano.
Sabato, dunque, ricomincerà lo show: buon divertimento a tutti.