A1M/Marcatori, Pereira e Bosnjak fanno 90

Il 2016 sta per salutarci e per tutti gli appassionati di pallamano bisognerà aspettare il prossimo Gennaio per rivedere in campo i propri beniamini. Lo scorso weekend si è consumato il dodicesimo turno del torneo di A1 maschile che ha visto Pressano, Carpi e Junior Fasano chiudere in testa ai rispettivi gironi. E la classifica marcatori come chiude questo anno in attesa di vivere una seconda parte, se possibile, ancora più emozionante e vibrante? Scopriamolo. In molti si aspettavano la “reazione” di Tomislav Bosnjak (nella foto ndr) dopo essere sceso al quarto posto nell’ultimo aggiornamento della graduatoria. Ebbene è arrivata. Il croato del Carpi segnando 12 reti nella vittoria esterna sul Tavarnelle si è ripreso la testa della classifica a quota 90. Non sarà un Natale in solitaria, però, per il forte giocatore di Ilic perché anche il brasiliano Allan Pereira della “V. Ferrara” Benevento tiene botta e gli fa compagnia in vetta, con lo stesso numero di reti. Infatti, nella larga vittoria della sua squadra sul Kelona, Pereira ha realizzato 9 reti sufficienti a non lasciar scappare il “rivale”. Sul gradino più basso del podio troviamo Francesco Ceccarini della “V. Ferrara” Benevento che deve “accontentarsi” del terzo posto per una sola rete di differenza dalla coppia sopracitata. Per lui le reti sono 89 grazie anche alle 8 messe a segno contro i siciliani nell’ultima giornata. Il classe 1994, comunque, non può che essere soddisfatto ed orgoglioso di quanto dimostrato fin qui e potrà continuare a dare la caccia al primato fin dalle prime battute dell’anno nuovo. Dovrà però guardarsi bene le spalle da un altro giovane che sta impressionando per continuità di rendimento: Alessio Moretti del Cassano Magnago. Stesso anno di nascita del collega, 1994, e stessa fame per il giocatore di Kolec che sale a 89 gol: per lui sono state ben 9 le realizzazioni contro i vice-campioni d’Italia del Bolzano che però non sono bastate per strappare punti alla truppa di Fusina.  Leggermente più staccato, al quinto posto, Jan Radojkovic del Principe Trieste con 81 gol, gli ultimi cinque realizzati nella vittoria contro il Brixen. A ruota seguono Uros Lazarevic proprio del Brixen e Demis Radovcic della Junior Fasano con 80 gol. Il primo ha bucato la porta avversaria ben 11 volte senza però riuscire a portare i compagni alla vittoria sul campo dei giuliani mentre il secondo ha contribuito con 9 gol alla vittoria nel derby dei campioni d’Italia. Ottavo posto per Vincenzo Laera del Noci che torna alla ribalta portandosi a quota 76: per lui le segnature nel derby sono state ben 13 ma purtroppo per lui inutili. Grande prestazione, comunque, di un giocatore che fin qui ha dimostrato grandi qualità. Dietro di lui, un po’ staccato, Hrvoje Kovacic del Mezzocorona con 71 gol. Nonostante i suoi 5 gol, i ragazzi di Rizzi non sono riusciti ad evitare la sconfitta in quel di Malo. Chiudono la classifica Alessandro Dallago del Pressano ed Edoardo Borgianni del ChiantiBanca Tavarnelle con 70 reti. Il primo ne ha collezionati 4 nella dodicesima vittoria della sua squadra contro l’Eppan mentre il pivot classe 1999 dei toscani ne ha messi a referto 8 contro il Carpi.