A2 FEMMINILE: 2 PUNTI ALL’ERICE, ALLE ROSSOBLÙ IL “PREMIO FAIR PLAY”

Sportività, onestà e amore per la pallamano hanno contraddistinto, ancora una volta, il week end rossoblù: la gara tra HC Fidaleo Fondi ed Handball Erice si sarebbe dovuta disputare alle 12.30 di ieri, domenica 18 novembre. Per via del maltempo, però, le ragazze siciliane non riuscivano ad arrivare a Fondi in tempo per la gara. A quel punto, anziché prendere i due punti “a tavolino” contro una delle squadre più forti del girone D di serie A2 femminile, il club rossoblù – con la massima disponibilità dell’esperta coppia arbitrale formata dai signori Cosenza e Schiavone – decideva di aspettare le ericine e giocarsi sul campo la possibilità di aggiudicarsi la vittoria.

Per tutti i 60’ di gara, testa, cuore e gambe erano il segno distintivo delle atlete care al presidente Vincenzo De Santis che, nel 5° turno di andata, uscivano sconfitte davanti al pubblico di casa. Al termine di una partita che aveva visto la squadra siciliana sempre in vantaggio e le giovanissime rossoblù rincorrere le avversarie senza mai mollare, il tabellone del Palazzetto dello Sport segnava 23-39 in favore delle “Arpie”. Che l’HC Fidaleo Fondi fosse scesa in campo intimorita e contratta lo si notava sin dalle prime battute dell’incontro: le ericine, nonostante il lungo e travagliato viaggio per raggiungere la città di Fondi, partivano subito forte e al 7° provavano il primo allungo (1-7). A quel punto coach Macera chiamava il time-out, dava alle sue atlete la giusta carica e, una volta rientrate sul 40×20, Manuela Manzo siglava la rete del 2-7. Successivamente erano ancora le siciliane ad allungare con un parziale di 1-4, ma le rossoblù non ci stavano a perdere nettamente e, trascinate da capitan Conte, accorciavano sul 5-12 al 12’ di gioco. Nei minuti successivi l’Erice faceva da padrone, riuscendo ad allungare fino al 9-22, punteggio sul quale si chiudeva la prima frazione di gioco.

Nella ripresa le fondane ripartivano con la giusta carica: in 5’, grazie all’ottima difesa e alle conclusioni di capitan Conte, le rossoblù mettevano a segno un parziale di 6-2, accorciando le distanze sul 15-24. A questo punto le arpie provavano a interrompere la scia positiva delle fondane e, approfittando dell’inferiorità numerica della squadra di casa, rifilavano loro un parziale di 0-4. Nella fase centrale del match erano ancora le fondane a rimettersi in carreggiata, grazie alle ottime parate dell’estremo difensore Peppe, che abbassava la saracinesca e consentiva alle compagne di ripartire in prima fase e schiacciare le avversarie con un parziale di 5-2 (20-30 al 20’ del 2°tempo). Nei minuti successivi l’Erice tornava alla riscossa e, frutto di un gioco organizzato e veloce, andava ad allungare il gap sulle fondane (il tabellone segnava 21-35). Nei minuti finali la partita proseguiva punto a punto: al 28° l’ala fondana Manzo deliziava il pubblico di casa con un bellissimo pallonetto per il 23-37 e subito dopo mister Macera mandava in campo le giovanissime Santamaria e Lombardi, quest’ultima protagonista di un ottimo intervento al 29° a difesa dei propri pali. Sul punteggio finale di 23-39, la coppia arbitrale decretava la vittoria dell’esperto team Handball Erice sulle giovanissime atlete dell’HC Fidaleo Fondi.