A2 FEMMINILE, DERBY TRA CASALGRANDE PADANA E MARCONI JUMPERS

Dopo due rinvii, finalmente sta per arrivare il grande giorno: domani, sabato 9 gennaio, la serie A2 di pallamano femminile inizierà la propria corsa. Come ampiamente annunciato durante le scorse settimane, la Casalgrande Padana allenata da Matteo Corradini esordirà con un derby davvero molto atteso: nella fattispecie le nostre beniamine saranno impegnate al Puntosport “Socrate Spaggiari” di Castelnovo Sotto, per sfidare le frizzanti padrone di casa targate Marconi Jumpers. Il duello avrà inizio alle ore 21, e ovviamente si giocherà a porte chiuse nel rispetto delle vigenti normative. L’incontro sarà diretto da Lorenzo Cambi e Luca Ganucci: peraltro si tratta dello stesso duo che proprio questa settimana ha arbitrato la Padana Under 20 in una duplice occasione, prima nella vittoria contro Chiaravalle e poi nell’affermazione contro Conversano.

Per quanto riguarda la Casalgrande Padana, l’argomento Under 20 si lega a filo doppio con le tematiche che riguardano la prima squadra: molte ragazze giocano infatti in entrambi gli organici, come ad esempio Gaia Lusetti“Ci stiamo allenando con costanza e concentrazione da parecchie settimane, e quindi non vediamo l’ora di dare inizio al nostro cammino in A2 – sottolinea la centrale casalgrandese – La voglia di giocare che ci caratterizza si è vista anche lunedì e martedì a Conversano: la nostra “sete di pallamano” ha avuto un ruolo di grande importanza nel tris di vittorie che abbiamo conquistato a livello Under 20. Fin dalla vigilia delle tre partite, il nostro gruppo era sicuramente nelle condizioni di poter aspirare a un ruolo di primo piano: del resto, siamo una squadra che ha già vinto titoli di rilievo nel recente passato. Ora, questo terzetto di affermazioni non fa che impreziosire il lavoro svolto sia quest’anno sia nelle stagioni precedenti: si tratta inoltre di un ottimo segnale anche in chiave A2″. 

La trasferta al Pala San Giacomo di Conversano è stata comunque impegnativa, sia sotto l’aspetto pallamanistico sia dal punto di vista chilometrico: ad ogni modo, Gaia Lusetti non teme problematiche legate alla stanchezza. “Di certo il concentramento della prima fase ha richiesto parecchie forze pure sul piano mentale, ma non ne abbiamo risentito più di tanto – evidenzia la vulcanica centrale, classe 2002 – Noi della Under 20 siamo in buona forma, e abbiamo già archiviato in modo efficace gli sforzi messi in campo sul parquet pugliese. Di conseguenza, credo proprio che domani non ci saranno contraccolpi legati a una scarsità di energie: peraltro Corradini potrà contare sull’organico al completo, e ciò rappresenta un ulteriore motivo di ottimismo all’interno di un duello che non si preannuncia affatto così semplice”.

Da più parti, la Casalgrande Padana viene indicata come favorita per la vittoria nel derby: d’altro canto, Gaia Lusetti è ben lungi dal fidarsi delle previsioni. “Sottovalutare il Marconi Jumpers è un errore che di certo non commetteremo – rimarca la centrale della formazione ceramica – Castelnovo Sotto ha una signora squadra: poi, il loro gruppo si presenta in buona parte simile a quello che un anno e mezzo fa ha conquistato i play off per salire in A1. Di certo non avremo vita facile, anche perchè le biancorosse della Bassa saranno animate dalla ferrea volontà di voler iniziare la stagione con un successo di primo piano: proprio per questo, ritengo che adesso il nostro primo compito sia proprio quello di non montarci la testa”.

La riflessione si sposta quindi sul piano dell’atteggiamento: “Senza dubbio, disponiamo di un organico che ha tutte le carte in regole per provare a inseguire la serie A1 fino in fondo – evidenzia Gaia – Allo stesso modo, anche nell’Under 20 possiamo senza dubbio iniziare a nutrire qualche ambizione di spessore. Tuttavia, il valore va costantemente dimostrato di giorno in giorno e di settimana in settimana: il solo blasone non porta risultati, e noi dobbiamo sempre giocare con questa consapevolezza in entrambi i campionati. Per quanto riguarda più nel dettaglio la serie A2, al momento non vedo grandi difetti nel nostro modo di giocare: parlerei piuttosto di imprecisioni, che dovremo limare nel corso delle settimane puntando molto sulle qualità tecniche e mentali che ci caratterizzano. Inoltre, Giulia Dallari sarà una vera chiave di volta della stagione – aggiunge Gaia Lusetti – Lei ha ripreso a giocare dopo uno stop di due anni, e dunque per noi rappresenta di fatto un nuovo acquisto. Durante gli allenamenti e le amichevoli che abbiamo svolto fin qui, Giulia è riuscita a inserirsi al meglio e in breve tempo nei meccanismi di squadra: se tutto ciò sarà confermato durante le gare ufficiali, di certo avremo ulteriori buoni motivi per pensare in grande”.

QUI CASTELNOVO SOTTO. L’organico del Marconi Jumpers presenta alcune variazioni rispetto all’estate: nella fattispecie il trainer castelnovese Gianluca Poli non può più contare su Albina Sulejmani e Martina Canu, che hanno lasciato la squadra per motivi legati a impegni personali. Ad ogni modo, queste pur rilevanti defezioni non hanno certo spento la determinazione che anima l’ambiente della Bassa: le parole di Marta Bassoli sono decisamente eloquenti in tal senso. “Anche noi non vediamo l’ora di giocare – sottolinea la talentosa ala/centrale del Marconi Jumpers – Siamo solo un po’ agitate, come è normale che sia alla vigilia di una prima di campionato. La Casalgrande Padana rappresenta un autentico colosso della categoria, e a mio parere si tratta della principale favorita in ottica 1° posto: tuttavia stiamo preparando questa gara da mesi, e dunque siamo pronte per riporre in campo ogni sforzo possibile lungo tutti i 60 minuti”.

“Purtroppo, domani non saremo proprio al 100% – prosegue Marta Bassoli – Elisa Rainieri mancherà per motivi personali: in più Giulia Gobetti e Martina Vercalli non sono al meglio dopo i recenti infortuni, ma entrambe dovrebbero essere quantomeno a referto. In compenso, entro breve tutte e tre riprenderanno a lavorare a pieno regime. Quanto al resto, le attività svolte con Poli ci hanno portate ad avere una maggiore visione di gioco e ad affinare le collaborazioni tra noi giocatrici: ora il prossimo passaggio sta nel perfezionare la fase difensiva, poi si vedrà. Il duello con la Casalgrande Padana sarà infatti di grande importanza per capire ancora meglio quali siano gli aspetti da migliorare: quando non si gioca, è infatti difficile individuare pregi e difetti. A tale proposito, in questi giorni molte ragazze di Casalgrande hanno potuto riprendere piena confidenza con il ritmo-gara: è vero che a Conversano sono serviti grandi sforzi, ma credo comunque che il fatto di avere giocato lunedì e martedì potrà rivelarsi un vantaggio per la Padana”. 

L’ala castelnovese, classe 1998, delinea quindi gli obiettivi stagionali del Marconi Jumpers: “E’ un campionato ricco di incognite, anche perchè siamo inserite in un girone A con molte squadre che conosciamo poco. Troppo presto quindi per fare previsioni: ad ogni modo noi siamo pronte a fare la nostra parte con la grinta di sempre, e la speranza di centrare i play off come accaduto nel 2019 ovviamente rimane”.

 

Gaia Lusetti, centrale della Casalgrande Padana, ritratta durante un momento delle gare disputate a Conversano (foto Donato Fantasia)

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi