A2 MASCHILE, TEMPO DI DERBY PER LA MODULA CASALGRANDE

Per la Modula Casalgrande è il momento di una tra le partite più attese della stagione: domani sera, sabato 31 ottobre, i nostri beniamini saranno infatti di scena sul parquet del Pala Bursi di Rubiera. Il derby pallamanistico reggiano contro i Vikings avrà inizio alle ore 18, e sarà valevole per la settima giornata di serie A2 maschile: Hannes Wieser e Stefano Pipitone gli arbitri designati. La cornice di pubblico sarebbe sicuramente stata numerosa e partecipe, ma purtroppo gli spalti resteranno vuoti: l’incontro si giocherà infatti a porte chiuse, nel pieno rispetto delle vigenti normative anticovid. Tuttavia, ci sarà comunque la possibilità di seguire la sfida in diretta integrale: il confronto verrà infatti trasmesso sul canale Youtube della Pallamano Rubiera. Inoltre, è previsto pure un passaggio televisivo: nella fattispecie, Telereggio diffonderà la partita in differita dalle ore 23 di domani.

La Modula proviene dal roboante successo casalingo contro Tavarnelle: l’eco dell’affermazione ottenuta sei giorni fa continua a risuonare tra gli animi biancorossi, e di certo rappresenta un forte iniezione di fiducia in vista di domani. “In effetti, si tratta di una vittoria che ci ha ulteriormente galvanizzati – commenta l’ala casalgrandese Kristian Toro, grande protagonista dell’affermazione sui toscani – Come tutti sanno, il pronostico non era affatto dalla nostra parte: Tavarnelle è senza dubbio tra le realtà meglio attrezzate del gruppo B, e peraltro noi abbiamo dovuto fronteggiare una serie di assenze niente affatto trascurabili. Tuttavia siamo ugualmente riusciti a trovare la strada verso il successo, puntando su una ben precisa serie di fattori che dovremo cercare di far valere anche a Rubiera. Innanzitutto abbiamo compiuto un passo avanti in più sul piano tecnico – rimarca Toro – Rispetto alle uscite precedenti, il nostro gruppo ha saputo applicare con ancora più efficacia le nuove strategie impostate dall’allenatore Fabrizio Fiumicelli. Ovviamente, il gioco che esprimiamo non ha ancora raggiunto il massimo livello possibile di efficienza: dobbiamo continuare a perfezionarci e migliorarci ancora sia in attacco sia in difesa, ma di certo ci troviamo sulla strada giusta per interpretare sempre meglio l’assetto che il trainer ha strutturato per noi. In più, la vittoria su Tavarnelle nasce pure dalla granitica fibra caratteriale espressa dalla Modula: anche se tutto sembrava giocarci contro fin dall’inizio, ci siamo concentrati solo e unicamente sull’obiettivo di lottare con costanza, tenacia e grinta senza farci influenzare dalle previsioni sfavorevoli“.

“Nonostante il morale alto, in questi giorni ci siamo comunque tenuti ben lontani da ogni possibile supponenza – aggiunge Kristian Toro – Montarsi la testa sarebbe decisamente sbagliato, anche perchè a Rubiera ci attende un duello senza dubbio in decisa salita. Per quel che ci riguarda, molto probabilmente ci presenteremo ancora una volta in versione incompleta: inoltre, la conformazione dell’organico rubierese è senza dubbio tra gli elementi che ci creeranno le maggiori difficoltà. I Vikings possono contare su numerosi giocatori abituati alla massima serie: inoltre so che Galluccio potrebbe a sua volta avere qualche assenza, ma i biancorossoblù hanno ugualmente un organico davvero numeroso. I rubieresi possono quindi contare una quantità di soluzioni e rotazioni davvero vastissima, e molto più ampia rispetto alla nostra”.

“Ad ogni modo, mai come quest’anno i pronostici lasciano il tempo che trovano – sottolinea l’ala della Modula – Nel campionato di A2 che stiamo vivendo, le sorprese sono sempre dietro l’angolo: la vittoria da cui proveniamo ne costituisce una dimostrazione davvero lampante. Di conseguenza siamo pronti a fare la nostra parte, con umiltà mista a una costante determinazione. In palio ci sono due punti di elevata importanza, che tuttavia non sposteranno più di tanto gli equilibri futuri del nostro cammino – aggiunge poi Toro – In caso di sconfitta non drammatizzeremo, e allo stesso modo in caso di vittoria non daremo affatto spazio a facili proclami”.

QUI VIKINGS. Sebastiano Garau è il miglior realizzatore nelle file dei Vikings Rubiera: 31 i suoi gol nel corso delle 6 gare disputate fin qui. “La Modula Casalgrande sta compiendo un cammino di spessore davvero pregevole, addirittura migliore rispetto al previsto – osserva l’ala biancorossoblù – Fin qui, i biancorossi si sono guadagnati a buon diritto l’appellativo di squadra-rivelazione del campionato. Sono certo che domani la squadra di Fiumicelli darà battaglia fino in fondo, per provare senza tentennamenti a confermare la reputazione che la sta caratterizzando: di conseguenza ci troveremo confrontati con una vivace realtà che scenderà in campo senza alcun tipo di timore reverenziale, e dunque da parte nostra sarà necessario abbandonare ogni tipo di eccessiva sicurezza o supponenza. La vittoria contro Tavarnelle rispecchia al meglio la robusta scorza tecnica e caratteriale che contraddistingue la Modula – evidenzia Garau – Le rilevanti defezioni non hanno minimamente scoraggiato i casalgrandesi: al contrario, tutta la squadra si è impegnata con ancora più slancio per far fronte con efficienza alle pesanti assenze. Si tratta di un aspetto niente affatto da sottovalutare, che domani sera dovremo tenere ben presente”. 

I Vikings Rubiera allenati da Luca Galluccio (che peraltro è tra i numerosi ex di turno) occupano il secondo posto in classifica, e fin qui non hanno ancora subìto sconfitte: sabato scorso Camerano stava per espugnare il Pala Bursi, ma alla fine i biancorossoblù sono riusciti a evitare il ko giungendo al pareggio in extremis. “Questa settimana ci stiamo allenando con rinnovata concentrazione – assicura Sebastiano Garau – Non potrebbe essere altrimenti, specie dopo la sfida con i marchigiani: il duello da cui proveniamo ha messo in luce i pregi, ma anche i difetti che contraddistinguono il nostro modo di esprimerci in campo. Al momento la fase difensiva costituisce senza dubbio il nostro pezzo forte, mentre in attacco potremmo e dovremmo fare decisamente molto meglio già a partire da domani. Basti pensare che contro Camerano abbiamo siglato solo 16 gol in 56 minuti, per poi chiudere sul 20-20. Sei giorni fa eravamo in formazione incompleta, e ancora non sappiamo se sarà così anche domani – evidenzia poi l’ala rubierese – Ci sono dei punti interrogativi in merito alla condizione fisica di alcuni elementi, ma si tratta di dubbi che verranno sciolti solo stasera. Per il resto, condivido le affermazioni di Toro sul rilievo della posta in palio: sono due punti di notevole importanza, ma non decisivi. Se dovessimo vincere, non avremmo motivi per lasciarci andare ai trionfalismi. Viceversa, ritengo che un nostro ko non sarebbe sinonimo di crisi per noi: in fin dei conti siamo solo alla settima giornata, e dunque non è affatto il tempo delle sentenze affrettate“.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi