A2M: LA ZERO GLU NOCI PALLAMANO SI ARRENDE AL BENEVENTO

Al Pala Valentino Ferrara di Benevento, la Zero Glu Noci Pallamano si è arresa ai padroni di casa per 32 a 26. Le reti nocesi,  Le reti nocesi, firmate D’Aprile (6), De Finis, De Luca (7), Fasanelli (1), Labate (2), Laera (3), Maggiolini (3), Martino (3), Putignano (1), non sono bastate a sconfiggere la squadra di Boglic. Buona solo la prima fase di gioco: alcune debolezze bianconverdi hanno fatto sì che nel secondo tempo Sangiuolo e compagni riuscissero a gestire meglio la fase offensiva, aumentando il distacco di gol nel secondo tempo.

Il 16 a 15 del primo tempo è diventato 32 a 26 nel secondo. Una sconfitta per il Noci del presidente Intini, che ha significato 2 punti in classifica per gli avversari.

Non si perde assolutamente d’animo però mister Maione, che così riporta l’esperienza e le parole scambiate all’interno degli spogliatoi.

“Avevo già detto ai ragazzi in settimana che quella di sabato 12 ottobre sarebbe stata una battaglia. Benevento è un campo caldissimo: si tratta di una squadra che ha resistito molti anni in Serie A. Siamo stati bravi nel primo tempo a tenere la differenza al minimo: lo dimostra l’unica rete in meno registrata. Abbiamo perso palloni stupidi in attacco. Nello spogliatoio ho detto ai ragazzi di stare calmi e che ne saremmo venuti fuori ma così non è stato”. Penso che il nostro più grande difetto sia stata la difesa: abbiamo subito i loro tiri a distanza. Quella del Benevento è una squadra giovane: il loro terzino sinistro è un ottimo tiratore e questo ci ha puniti parecchio. In attacco abbiamo fatto bene, anche se abbiamo perso”. 

“Dobbiamo usare queste due settimane di pausa per rimetterci in carreggiata anche su quel campo, a Benevento, difficilmente le altre squadre faranno punti”. “Non è successo niente” continua. “Dobbiamo comunque alzare la testa e guardare avanti. Non dobbiamo dimenticare che il nostro obiettivo è la salvezza. Una sconfitta in un campo come quello di Benevento ci può stare. Sono un po’ rammaricato perché credo che, fatti i complimenti ai vincitori, noi potevamo fare qualcosina in più. Lo avevo detto ai ragazzi a partita terminata ed ora a mente fredda penso le stesse cose”. 

“Queste due settimane di pausa ci servono per recuperare infortunati ed errori commessi. Il Palermo è per adesso una squadra rivelazione perché ha un punteggio pieno e perché è già stata capace di vincere fuori casa; ma siamo anche consapevoli che in casa nostra certi errori non si possono assolutamente commettere. La salvezza passa da casa nostra e dal palazzetto, dove abbiamo un pubblico stupendo e caloroso. Speriamo che si continui su questa linea. In queste due settimane metteremo a punto tutti i dettagli possibili per farci trovare pronti”. 

Ora testa al prossimo avversario. Il Cus Palermo sarà ospite dei biancoverdi il 2 novembre 2019. L’appuntamento al Palazzetto di Contrada Lezzi per vivere insieme la 3a giornata di andata di questo campionato nazionale di Serie A2 è programmato per le ore 16.00.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi