ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO COMPIE L’IMPRESA: ODERZO BATTUTO

L’Alì-Best Espresso Mestrino riscatta la trasferta a Cassano e compie l’impresa: al PalaLissaro le gialloverdi battono Oderzo per la prima volta nella massima serie e guadagnano due punti importantissimi per la lotta al quarto posto.

PRIMO TEMPO: EQUILIBRIO TOTALE
Rispetto alla gara di Coppa Italia si gioca a ritmi molto più compassati, tanto che il match si sblocca solo al 3′ con la rete di Øyesvold e passano altri 3′ per il pareggio di Cappellaro (1-1 al 6′). Da lì la partita sale di tono senza però mai decollare per merito delle difese e dei portieri Luchin e Meneghin: soprattutto l’estremo difensore mestrinese si supera diverse volte, negando alle opitergine la gioia del gol, e il punteggio si mantiene basso (3-3 al 9′). Oderzo sfrutta meglio le proprie proiezioni offensive e si porta avanti di due lunghezze con Di Pietro e Vitobello, ma Mestrino riesce a reggere l’urto nonostante una discutibile doppia inferiorità numerica, al termine della quale trova il pari con Biondani e Lucarini (6-6 al 20′). L’attacco mestrinese fatica ora a trovare spazi nella difesa ospite, Oderzo si riporta quindi a +2 con Gherlenda e Di Pietro e, godendo di un inconsueto errore di Stefanelli dai 7 metri, ha più volte in mano la palla del +3, ma anche la difesa mestrinese si fa densa e impedisce alle ragazze di coach Cavallaro di fuggire via: Biondani e Schinca allo scadere puniscono le opitergine e si va al riposo in perfetta parità (8-8).

SECONDO TEMPO: ORGOGLIO MESTRINESE
Nel secondo tempo, Mestrino adotta un approccio paziente, chiudendo le maglie difensive e sfruttando le incertezze di Oderzo, che subisce diverse esclusioni scoprendo il fianco agli attacchi delle gialloverdi: in 8′ minuti le ragazze di mister Lucarini si esprimono in un parziale di 4-0 firmato dal trio Schinca-Lucarini-Rauli (12-8 al 38′). Le ospiti si risvegliano dal torpore e vanno a segno con Vitobello e Poderi, ma Mestrino risponde con Stefanelli e Schinca, e Luchin è strepitosa sul rigore di Duran e mantiene Oderzo a -4 (14-10 al 44′). Mestrino raggiunge il massimo vantaggio con Biondani e Jevremovic (16-11 al 48′), ma proprio nel suo momento migliore l’attacco gialloverde va in tilt, permettendo il lento ma inesorabile recupero delle opitergine che, trascinate da Duran, si riportano a -1. L’esclusione di Stefanelli a 5′ dal termine sembra il preludio all’ennesima beffa per Mestrino contro Oderzo (nei tre precedenti confronti le trevigiane hanno sempre vinto di misura in rimonta), ma Cappellaro e compagne non ci stanno e stringono i denti in difesa: dove però non arriva la difesa, ci pensa una stratosferica Luchin, che para la velleitaria girella di Costa dai 7 metri mantenendo le gialloverdi avanti di misura (16-15 al 58′). Nell’ultimo giro di lancette succede di tutto: la terza esclusione di Vitobello concede un rigore a Mestrino, freddamente trasformato da Lucarini, poi sul rovesciamento di fronte Duran va a segno dopo l’esclusione di Schinca, infine, con Oderzo in difesa a tutto campo a 15″ dalla fine, Mestrino gira palla con pazienza e trova una meravigliosa rete di Stefanelli a fil di sirena che sigilla la vittoria mestrinese (18-16).

L’ANALISI DI ANGELA CAPPELLARO
«Un risultato che ci voleva dopo la brutta prestazione di Cassano, è stata una prova di carattere. Ci siamo dette che dovevamo cambiare qualcosa, non abbiamo ancora la condizione di giocare tre giorni consecutivi in Coppa Italia e poi subito in campionato: non è una scusante, ma uno stimolo in più per farci trovare psicologicamente e fisicamente pronte agli impegni ravvicinati che andremo ad affrontare», commenta a caldo il capitano Angela Cappellaro. «Nel giro di una settimana abbiamo battuto per la prima volta Brixen e Oderzo, questo deve farci pensare per darci coscienza dei nostri mezzi e costanza nelle prestazioni: siamo una squadra giovane e con relativa inesperienza ad alti livelli, ma partite come questa ci dicono che abbiamo le qualità e dobbiamo lavorare ogni giorno per affermarle. La prossima gara a Erice sarà tosta, una trasferta lunga contro una squadra che abbiamo già incrociato due volte, ma senza sapere effettivamente che squadra metteranno in campo vista la vastità della loro rosa: noi dovremo semplicemente concentrarci su noi stesse, poi il resto lo dirà il campo».

IL PROSSIMO INCONTRO
Mestrino nel prossimo turno affronterà la trasferta a Erice, autentico scontro diretto per il quarto posto contro una squadra che rispetto all’andata (e come visto in Coppa Italia) è stata quasi completamente rivoluzionata: le gialloverdi potranno contare su una settimana intera per preparare al meglio la sfida, per cercare di strappare i due punti in terra siciliana.

IL TABELLINO
ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO – MECHANIC SYSTEM ODERZO 18-16 (p.t. 8-8)
ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO: Biondani 4, Cabrini (p), Cappellaro 3, Casetti, Jevremovic 1, Lucarini 3, Luchin (p), Marcon, Pugliese, Rauli 1, Sabbion, Schinca 4, Shima (p), Stefanelli 3, Zikulari. All. Giuseppe Lucarini.
MECHANIC SYSTEM ODERZO: Brunetti, Colloredo, Costa 2, Di Pietro 4, Duran 5, Felet (p), Gherlenda 1, Meneghin (p), Øyesvold 1, Paraschiv, Pizzutto, Poderi 1, Pugliara, Traini, Vitobello 2. All. Alessandro Cavallaro.
Arbitri: Fabio Bocchieri-Nicola Salvatore Scavone

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi