Anika, la stella azzurra della pallamano, in acqua con Detti a Merano

A Stefano Morini, e lo confessa sottovoce, piacerebbe allenarla: alta 187 centimetri, corrisponderebbe ai canoni fisici per esaltare il suo nuoto. Peccato che ad Anika Niederwieser non piaccia l’acqua fredda. La stella azzurra della pallamano, che gioca in Bundesliga con il TuS Metzingen, le Tussies, ha fatto capolino alla piscina del Lido di Merano, dove il gruppo ostiense del Moro è in collegiale da quasi due settimane. Anika è doppia figlia d’arte (papà Michael è stato il leggendario portiere della nazionale maschile, così come giocava anche mamma Martina Ramoner), vive a Bressanone, a meno di un’ora, e Merano la conosce bene, visto che “papi” ci ha vinto anche uno scudetto. Così, armata anche di palla, prima ha fatto qualche palleggio con Gabriele Detti e Marco De Tullio, poi indossati costume, cuffia e occhialetti è salita sul blocchetto di partenza e…

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

(fonte Gazzetta dello Sport)

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi