Ariosto, Di Vita: “Il derby? Una gara come le altre”

La settima giornata del torneo di serie A1 femminile offre il derby tra l’Estense e l’Ariosto Ferrara. Una gara particolare per entrambe le formazioni, vista anche la trasmigrazione di numerose atlete da un versante all’altro. “Sarà una gara particolare – afferma il tecnico dell’Ariosto Ferrara, Riccardo (Massimo) Di Vita – il derby è sempre il derby, si tratta di gare che possono sfuggire a qualsiasi pronostico. Sarà una sfida molto sentita anche da parte delle giocatrici, in tante nel corso della sessione estiva del mercato si sono trasferite da un versante all’altro. Per quanto mi riguarda comunque considero la sfida in programma sabato al Pala Boschetto una gara come tutte le altre, non abbiamo nessuna intenzione di caricare questa sfida oltre il dovuto”. Ariosto Ferrara chiamata a riscattare la sconfitta subita nello scorso turno di campionato ad opera della Jomi Salerno… “L’Ariosto Ferrara – continua Riccardo (Massimo) Di Vita – dovrà affrontare questo match comunque con il piglio e la determinazione giusta. L’Estense è un’ottima squadra, possono contare su un  grande talento come quello di Gaia Zuin e su tante giovani atlete che hanno però già maturato delle importanti esperienze nel torneo di massima serie di pallamano femminile”. Estense che si presenterà arrabbiata dopo la prima sconfitta stagionale subita nello scorso turno di campionato contro la Casalgrande Padana… “Una giornata storta può sempre capitare. Credo comunque che a Casalgrande l’Estense abbia risentito dell’assenza di Gaia Zuin, ferma ai box causa infortunio”. Infine il tecnico dell’Ariosto Ferrara si sofferma sul match di sabato scorso contro la Jomi Salerno… “Al momento non siamo competitivi ad alti livelli. Sicuramente contro la Jomi Salerno ho visto dei miglioramenti rispetto alla gara di Conversano ma non basta. L’Ariosto Ferrara – termina lo stesso Riccardo (Massimo) Di Vita – in questo momento deve lottare, deve saper soffrire e deve provare a commettere il minor numero di errori possibili. C’è ancora tanto lavoro da fare, possiamo e dobbiamo migliorare ancora”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi