Ariosto Ferrara, ecco il terzino serbo Elena Saronjic: “Destinazione ideale”

La società Suncini Ariosto Ferrara è lieta di comunicare, a stampa, sponsor, tifosi ed addetti ai lavori, di aver perfezionato l’arrivo del terzino serbo Elena Saronjic. Classe ‘1996, nata nella cittadina serba di Krusevac, Elena è alla prima esperienza lontano dalla sua patria. Giocatrice talentuosa ed esplosiva, Saronjic ha nel tiro fulmineo e nell’uno contro uno le sue qualità offensive più sviluppate. Già aggregata al gruppo della prima squadra, allenato da coach Carlos Britos, Saronijc sarà già a disposizione della gara in casa di Brixen, valevole per la prima giornata del girone di ritorno.

Elena Saronjic com’è nata l’idea di un tuo arrivo a Ferrara e com’è stata condotta la trattativa? 

“E’ stata una trattativa lampo. Il primo contatto ci fu due settimane fa: un paio di telefonate sono state sufficienti poichè ho trovato grande voglia di chiudere la trattativa e di conseguenza è stato semplice trovare un accordo. Ferrara ha poi lavorato magnificamente a livello burocratico ed ora eccomi quì…”

Che tipo di giocatrice ti ritieni e qual’è la tua collocazione in campo? 

“Nasco centrale ma in carriera, nonostante i miei 23 anni, ho ricoperto praticamente tutti i ruoli sugli esterni. Sono pronta a mettermi a completa disposizione dell’allenatore e delle necessità tattiche della squadra. Mi piace sfidare i difensori nell’uno contro uno e cerco sempre di tarare il mio gioco sul momento della partita e sulle necessità della mia squadra”.

Perchè Ariosto Ferrara? 

“Perchè gode di un’ottima reputazione e ha mostrato sin dal primo contatto di volermi fortemente. Una società seria, che vive quotidianamente immersa nella pallamano senza mai far mancar nulla alle giocatrici. Era la destinazione ideale per la mia prima avventura lontano dalla Serbia”.

Che idea ti sei fatta della pallamano italiana e quali sono i tuoi obiettivi per questa seconda parte di stagione?

“Non posso dire di conoscerla approfonditamente ma ho guardato tante partite. Vedo un livello buono, con tante giocatrici interessanti. Per me l’Ariosto rappresenta una ghiotta opportunità di imparare uno stile differente di gioco e voglio ricambiare la fiducia con il massimo dell’impegno, provando a vincere il maggior numero di partite possibili”.

Quali sono state le sensazioni al primo allenamento ed il primo impatto con il nuovo spogliatoio?

“Ho trovato un gruppo tremendamente concentrato e desideroso di risalire la classifica. Lo spogliatoio mi ha stupita: sono stata accolta con grande curiosità ed affetto dalle mie compagne: motivo in più per non voler sbagliare l’approccio con questa nuova avventura e dare il mio contributo. Non vedo l’ora di scendere in campo con la mia nuova maglia”.

CARRIERA

2005-2010 WHC Zupa Aleksandrovac

2011-2013 WHC Radnicki Belgrade

2013-2015 WHC Radnicki Svilanjac

2016- 2019 WHC Jagodina