B Maschile. Contro Valsamoggia la Modula centra una vittoria in scioltezza e resta in scia per i playoff.

MODULA CASALGRANDE – QBM VALSAMOGGIA 35 – 16

MODULA CASALGRANDE: Cocchi (P), Ferrari 2, Barbieri 4, Caprili (P) 1, Giubbini 5, Seghizzi 7, Ricciardo (P), Oliva 1, Vignali, Toro 5, Strozzi 5, Bondavalli 1, Ruozzi 1, Ravaglia 1, Tronconi 2. All.: Matteo Corradini.

QBM VALSAMOGGIA: Bejenaru, Fabro, Selmani (P), Dattilo, Dragotta 1, Caminotto, Cevenini 6, Ghini 1, Panetti 1, Cavallaro 1, Contini 3, Raimondi 2, Piras, Ceriale 1. All.: Emanuele Panetti-Chiara Girardi.

ARB.: Giulia Dallari e Alessia Artoni.

NOTE: primo tempo 18-9. Rigori: Modula Casalgrande 0 su 2, Qbm Valsamoggia 2 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula Casalgrande 6, Qbm Valsamoggia 1.

La Modula Casalgrande è tornata subito alla vittoria, archiviando immediatamente il pur onorevole stop rimediato sul campo bolognese di San Lazzaro di Savena: nella serata di domenica 11 dicembre, i biancorossi sono stati capaci di riportare una larga e convincente affermazione casalinga sui felsinei della Qbm Valsamoggia. Al Pala Keope si è giocato per il 10° turno della serie B regionale maschile: anche se i padroni di casa partivano con i favori del pronostico, il successo della Modula non era affatto così scontato. Innanzitutto, l’organico allenato da Matteo Corradini ha dovuto fronteggiare ancora una volta pesanti assenze: Mattia Lamberti ha scontato il suo ultimo turno di squalifica, mentre Alessandro Lenzotti e Riccardo Prodi sono tuttora fuori a causa dei rispettivi infortuni. L’elenco delle defezioni comprende pure Antonio Capozzoli, impegnato con la formazione Under 17. Per di più, Valsamoggia proveniva da un ottimo momento: non a caso, la Qbm proveniva dal roboante acuto vincente casalingo sulla Pallamano Carpi.

Ad ogni modo, questa volta la supremazia casalgrandese non è mai stata in discussione: gara di fatto a senso unico, nonostante gli oggettivi e pregevoli sforzi messi in campo dagli ospiti. Del resto, i parziali testimoniano in modo eloquente l’andamento della partita: dopo il primo quarto d’ora i biancorossi guidavano già sul 13-5, e il divario si è man mano consolidato  con il trascorrere dei minuti. Al 20′ il punteggio era sul 15-5, mentre la prima frazione di gioco si è conclusa 18-9: ovviamente, sempre a favore dei beniamini locali.

Durante la ripresa, la Modula ha quindi viaggiato spedita verso i due punti: al 50′ Seghizzi e soci conducevano 29-14, poi il 35-16 finale è arrivato come logica conseguenza di quanto visto sul parquet.

Quanto alle prove individuali, nei ranghi biancorossi risulta davvero impossibile assegnare valutazioni al di sotto della sufficienza: spiccano comunque le maiuscole prove di Andrea Ruozzi, Kristian Toro, Marco Giubbini ed Emanuele Seghizzi, senza dimenticare la felice serata del reparto portieri. Bene pure Andrea Strozzi, che ha saputo fornire un utile e rilevante contributo a livello di esperienza.

“Per quanto ci riguarda, la sfida è andata come pensavo e speravo – commenta Matteo Corradini, tecnico della Modula Casalgrande – Inoltre, siamo riusciti ad avere la meglio applicando un ampia rotazione: abbiamo vinto dando spazio a tutti i ragazzi presenti a referto, e quando ciò accade per me è sempre una duplice vittoria. Quanto al resto, ci siamo tenuti lontani dal tangibile pericolo di sottovalutare gli avversari: peraltro Valsamoggia era in arrivo da un buon periodo, e dunque il largo margine con cui abbiamo prevalso non era certo scritto in partenza”.

Sabato prossimo 17 dicembre, dalle ore 18.30, i biancorossi saranno di nuovo al Keope per disputare l’ultimo impegno del 2022: nell’occasione andrà in scena il classico derby con il Rapid Nonantola. “Di sicuro potremo finalmente tornare a fare affidamento su Lamberti, e per noi è senza dubbio una confortante novità – osserva Corradini – Intanto, siamo ancora in prossimità della zona play off nonostante le rilevanti defezioni che abbiamo affrontato e stiamo tuttora affrontando: il rientro del capitano costituisce quindi una molla da sfruttare per dare un’ulteriore sterzata in senso migliorativo al nostro già incoraggiante rendimento”.

“Perdere a Casalgrande ci può stare, ma in realtà pensavo che potessimo fare un po’ meglio – afferma invece Emanuele Panetti, allenatore e giocatore della Qbm Valsamoggia – Quando manca Lamberti, manca un elemento che garantisce almeno 10 gol a partita: tutto ciò senza chiaramente ignorare le altre defezioni che riguardano la Modula. D’altro canto, i biancorossi sono stati capaci di arginare al meglio tutti questi problemi: inoltre, senza Lamberti, a trovare la via del gol ci hanno pensato molti altri giocatori. A mio parere, i biancorossi hanno tutto il necessario per centrare l’accesso agli spareggi promozione: noi stiamo invece continuando la nostra traiettoria di crescita, ma ora tra gli obiettivi prioritari c’e’ senza dubbio quello di arrivare a subire meno gol in fase di contropiede”.

LA SITUAZIONE IN SERIE B MASCHILE. Gli altri risultati della decima giornata sono Felino-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 25-32, Secchia Rubiera-Tecnocem San Lazzaro di Savena 35-32, Carpine-Carpi 26-28, Sportinsieme Castellarano-Faenza 33-44, Estense Ferrara-Rapid Nonantola 27-20 e Ferrara United-Romagna 15-38.

Classifica: Secchia Rubiera 18 punti; Carpine 16; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 15; Faenza 14; Modula Casalgrande 13; Carpi 12; Romagna e Tecnocem San Lazzaro di Savena 10; Estense Ferrara 7; Rapid Nonantola 6; Felino e Sportinsieme Castellarano 4; Ferrara United 2; Qbm Valsamoggia 1.