B Maschile, la Modula vince anche contro Carpine ed entra in zona palyoff.

CARPINE – MODULA CASALGRANDE 33 – 38

CARPINE: Verri G. (P), Martinelli, Imihamillage, Calzolari 5, Batti 3, Nicolazzo, Rosa, Cilenti, Lorenzini (P), Grandi 1, Verri T. 4, Leonesi 10, Vastano 5, Coppola 5, Biancardi (P). Allenatore: Luca Montanari.

MODULA CASALGRANDE: Tosi, Cocchi (P), Sigona 1, Barbieri 8, Lamberti 13, Lenzotti 3, Caprili (P), Giubbini, Seghizzi 8, Ricciardo (P), Strozzi 2, Bondavalli 2, Ruozzi 1, Capozzoli, Ravaglia. Allenatore: Matteo Corradini.

NOTE: primo tempo 13-19. Esclusioni per due minuti: Carpine 3, Modula Casalgrande 2.

Il 2023 della Modula Casalgrande è iniziato in maniera davvero roboante: con la vittoria ottenuta al pala Fassi di Carpi nella sfida di alta classifica contro la Pallamano Carpine, i biancorossi sono entrati in zona playoff scavalcando proprio i giallorossi di casa. Sabato 7 gennaio si è giocato per la dodicesima giornata della serie B di pallamano maschile, che rappresenta anche il penultimo turno di andata: la formazione allenata da Matteo Corradini ha centrato un’affermazione di gran pregio e niente affatto banale, specie considerando le elevate potenzialità che contraddistinguono la formazione diretta del trainer Luca Montanari. E’ vero che Carpine proveniva da due sconfitte consecutive: tuttavia, ciò non toglie nulla all’indubbio valore della compagine di casa e soprattutto alle difficoltà che la Modula ha dovuto fronteggiare per pervenire al successo.

Nel complesso, il blitz piazzato dai casalgrandesi rispecchia in modo fedele ciò che si è visto sul parquet di gioco: non a caso gli ospiti hanno guidato nel punteggio parziale per tutto il tempo, già a partire dai primissimi istanti della contesa. Parziali tutti favorevoli ai biancorossi: 4-6 al 10′ e 7-13 al 20′, fino a giungere al 13-19 con cui si è chiusa la prima metà dell’incontro. Copione analogo durante la ripresa: Modula avanti 20-25 al 40′ e 26-33 dieci minuti dopo. Da lì in avanti, la formazione biancorossa è riuscita ad amministrare le fasi finali evitando di incappare in eccessivi problemi: il 33-38 finale lo testimonia. La supremazia messa in campo da Lamberti e soci è stata quindi evidente, un predominio territoriale figlio della maggiore concretezza che la squadra di Corradini ha saputo mettere in campo: d’altro canto Casalgrande non ha affatto avuto vita facile, soprattutto perchè Carpine ha comunque destato buone impressioni per quanto riguarda la costruzione della manovra.

A livello di prove individuali, nei ranghi ospiti spicca la rilevante vena realizzativa evidenziata da Filippo Barbieri, Emanuele Seghizzi e dal già citato Mattia Lamberti: peraltro, quest’ultimo ha pure guadagnato la palma di miglior realizzatore del confronto. Da sottolineare pure i ripetuti e preziosi interventi piazzati dal portiere Kevin Ricciardo. Quanto a Carpine, il capitano Gabriele Leonesi ha assunto il ruolo di principale trascinatore dell’organico giallorosso: tuttavia, i suoi gol non sono bastati per evitare ai padroni di casa la terza battuta d’arresto consecutiva.

“In tutta sincerità, ritengo che Carpine abbia giocato meglio – afferma un po’ a sorpresa Matteo Corradini, trainer della Modula Casalgrande – Per quanto riguarda lo sviluppo dell’architettura di gioco, loro hanno avuto qualcosa in più rispetto a noi. Con questo, non voglio affatto sminuire la prova fornita dai nostri ragazzi: del resto abbiamo condotto nel punteggio in maniera costante, e dunque questa vittoria non deriva affatto dal puro caso. D’altro canto, siamo incappati in una serie di errori che potevamo decisamente risparmiarci: se fossimo stati capaci di esprimere il massimo delle potenzialità che ci caratterizzano, credo proprio che avremmo potuto blindare la vittoria con ulteriore anticipo. A condizionarci sono state anche le assenze, ed è un aspetto che va senza dubbio tenuto in considerazione: come previsto mancavano il lungodegente Riccardo Prodi e Kristian Toro bloccato da impegni di lavoro, ma poi si sono aggiunte ulteriori defezioni. Nella fattispecie Hendrick Tronconi e Gabriele Ferrari hanno saltato questa trasferta: entrambi non sono al meglio della condizione fisica, e quindi è stato molto meglio preservarli in vista dei prossimi impegni. Come se non bastasse Marco Giubbini ha giocato soltanto le primissime fasi dell’incontro, per poi uscire al 10′ a causa di una fortuita botta alla gamba: visto che noi siamo riusciti a rimanere sempre in vantaggio, anche in questo caso ho preferito non rischiare rinunciando a lui fino al termine dell’incontro”.

La traiettoria della Modula Casalgrande all’interno della fase di andata si concluderà sabato prossimo, 14 gennaio: a partire dalle ore 16, i biancorossi saranno al pala Aldo Moro di Mordano per confrontarsi con la Pallamano Romagna. “Intanto possiamo comunque festeggiare un successo prezioso e significativo, maturato contro un Carpine che staziona a buon diritto tra le maggiori potenze di questa serie B emiliano-romagnola – ha rimarcato Corradini – Ora siamo finalmente in zona playoff: un traguardo ancora provvisorio, ma senza dubbio alquanto significativo. Parlando invece della sfida che ci attende, gli avversari che affronteremo sono in grado di sviluppare una pallamano davvero pregevole e caratterizzata da un’apprezzabile tasso di velocità: a Mordano dovremo fare parecchia attenzione a non subire contropiedi, poichè le ripartenze del Romagna sanno essere davvero concrete e ficcanti. Inoltre, confido in buone notizie riguardo allo schieramento che potrò schierare: confido fermamente sui rientri di Tronconi, Ferrari, Giubbini e Toro”.

“Ringrazio Corradini per i complimenti, ma di certo contro la Modula non abbiamo affatto fornito la miglior prova stagionale – ha quindi sottolineato Luca Montanari, timoniere della Pallamano Carpine nonchè grande ex biancorosso – Siamo stati molli, imprecisi e a tratti perfino distratti: pur costruendo molto gioco, abbiamo manifestato numerose carenze in fase realizzativa e peraltro le cifre parlano davvero chiaro in tal senso. Da parte nostra si contano 27 tiri sbagliati, 4 rigori errati e 3 contropiedi gettati al vento: ritengo che la sintesi della partita sia davvero tutta qua. Noi possiamo ancora ambire ai playoff, ma ora la prima e irrinunciabile necessità sta nel riprendere il classico “filo del discorso”: dopo 3 sconfitte consecutive, urge una quantità supplementare di riflessioni e lavoro. Quanto a Casalgrande, il rendimento dei biancorossi non mi sorprende affatto: la Modula è una candidata più che seria per il raggiungimento degli spareggi promozione, e senza dubbio ne ha dato prova anche contro di noi”.

LA SITUAZIONE IN SERIE B MASCHILE. Gli altri risultati di sabato 7 gennaio sono Tecnocem San Lazzaro di Savena-Estense Ferrara 31-24, Sportinsieme Castellarano-Rapid Nonantola 25-31, Felino-Faenza 26-33 e Secchia Rubiera-Carpi 26-27. Il 12° turno si concluderà poi con due posticipi: domenica 8/1 Ferrara United-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e domenica 22/1 Qbm Valsamoggia-Romagna.

Classifica: Secchia Rubiera e Faenza 18 punti; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto* e Modula Casalgrande 17; Carpine e Carpi 16; Tecnocem San Lazzaro di Savena 14; Romagna* 12; Rapid Nonantola 8; Estense Ferrara 7; Ferrara United*, Felino e Sportinsieme Castellarano 4; Qbm Valsamoggia* 1. Le squadre con l’asterisco hanno disputato una partita in meno.