Casalgrande: a Bazzano i biancorossi si aggiudicano la Valsa Cup. Corradini: “Il lavoro in vista del campionato sta procedendo con grande efficacia”

Almeno fino a questo momento, la Modula Casalgrande sa solo vincere. Nella giornata di domenica 11 settembre, al pala Keope, l’organico allenato da Matteo Corradini si è aggiudicato il Memorial Camponesco centrando 3 successi su altrettanti incontri: domenica 18 i biancorossi si sono brillantemente ripetuti, conquistando la prestigiosa Valsa Cup a Bazzano nel Bolognese.

Il torneo felsineo è stato allestito dalla Pallamano Valsamoggia, sul parquet del pala Peppino Impastato: le partite in agenda si sono articolate sulla disputa di due tempi, da un quarto d’ora ciascuno. Sei le squadre in lizza, tutte impegnate nella preparazione all’ormai imminente campionato emiliano-romagnolo di serie B maschile. Durante la fase iniziale della Valsa Cup, i casalgrandesi hanno primeggiato nel girone triangolare B: nella prima partita è arrivata una vittoria per 19-15 contro la Sportinsieme Castellarano dell’ex biancorosso Yassine Lassouli, che alla fine si è piazzata quinta nella graduatoria generale. La Modula ha poi chiuso il proprio cammino nel girone superando Faenza: 18-13 il punteggio. Il Romagna ha invece dettato legge nel gruppo A, prevalendo su Carpine e sui padroni di casa del Valsamoggia: nel pomeriggio si è quindi svolta la finalissima tra le vincitrici dei due triangolari, e a quel punto la Modula ha ottenuto la terza vittoria della giornata. Lamberti e soci hanno prevalso sul Romagna per 19-14: un successo decisivo, che ha permesso a Casalgrande di aggiudicarsi l’ambito titolo. Oltretutto, è arrivata un’ulteriore e rilevante gratificazione: il pivot biancorosso Andrea Strozzi ha vinto il premio di miglior giocatore dal torneo. Il riconoscimento è stato attribuito attraverso un’apposita votazione, a cui hanno preso parte gli allenatori delle 6 compagini partecipanti.

“Non esistono risultati scontati o già scritti in partenza – commenta Matteo Corradini, trainer della Modula Casalgrande – Peraltro a Bazzano abbiamo dovuto fronteggiare l’assenza imprevista di Kristian Toro, bloccato da un problema fisico al ginocchio: i tempi di recupero verranno valutati nei prossimi giorni. Tuttavia, a Bazzano io speravo fortemente di cogliere un nuovo tris di vittorie. Di certo non è il caso di assumere un atteggiamento supponente, anche perchè dovremo ancora lavorare parecchio per perfezionare i nostri assetti di gioco: intanto, però, in questa Valsa Cup abbiamo saputo dimostrarci pienamente all’altezza della fama che ci circonda. Numerosi addetti ai lavori vedono nella Modula la principale candidata alla promozione in A2: me ne sono accorto anche nel corso di questo torneo, parlando con i giocatori e gli staff tecnici delle squadre presenti. Il campionato avrà inizio il 1° ottobre, e da lì in avanti avremo il complesso compito di esprimere sul campo il nostro valore con costanza e concretezza: ad ogni modo, credo proprio che questa Modula possa effettivamente guardare all’imminente stagione agonistica con una buona dose di ambizioni”.

“Per rendersi conto delle incoraggianti prospettive che ci riguardano, basta osservare la composizione dell’organico – rimarca il timoniere biancorosso – Gran parte dei nostri giocatori ha disputato la serie A2 nelle ultime 3 stagioni, e ciò rappresenta senza dubbio un consistente valore aggiunto in vista della categoria che affronteremo: a tal proposito colgo l’occasione per congratularmi con Strozzi, che ha ricevuto un motivante premio individuale. Poi, da ormai 20 giorni stiamo svolgendo un percorso di grandissimo valore – osserva Corradini – L’intero gruppo è al lavoro con notevole grinta e consistente entusiasmo: in più, la fase di attacco ha già iniziato a fornire riscontri parecchio lusinghieri. Ora è necessario concentrarsi ancora di più sull’efficienza difensiva, che può e deve migliorare: inoltre il nuovo arrivato Filippo Barbieri ci sta dando un contributo di rilievo fin da adesso, e quindi dovremo continuare ad agire con l’obiettivo di favorire una crescente sintonia tra le sue caratteristiche e i meccanismi globali del nostro gioco”. L’allenatore fa quindi il punto sull’agenda: “In programma c’è un’amichevole, che tuttavia è ancora in fase di organizzazione. Il test dovrebbe svolgersi prima del turno inaugurale di campionato, e dunque entro il mese di settembre”.