Cassa Rurale Pontinia – Jomi Salerno sarà ripetuta. Il presidente Bianchi commenta con serenità la decisione

La squadra campione d’Italia in carica del Salerno, dopo il pareggio strappato all’ultimo respiro a Pontinia il 18 settembre scorso, ha chiesto e ottenuto la possibilità di rigiocare la partita con l’HC Cassa Rurale Pontinia. Il Giudice sportivo nazionale ha così accolto la protesta della corazzata salernitana che aveva rilevato l’errore tecnico degli arbitri nel finale di primo tempo (che s’è chiuso 13-13), un errore che in un primo momento gli arbitri Castagnino e Manuele (delegato Ardente) non avevano rilevato ma che, nei giorni successivi, hanno poi riconosciuto di aver commesso. Alla luce del dettagliato ricordo dei direttori di gara il Giudice sportivo nazionale ha potuto disporre l’annullamento della gara n.38824  del 18/9/2021 disponendo altresì la restituzione della tassa versata dalla società Jomi Salerno, come si legge nel comunicato numero 3 del 29 settembre. «Come avevamo dichiarato all’apprendimento della notizia del ricorso del Salerno, allo stesso tempo con la massima tranquillità prendiamo atto di questa decisione poiché alla base di tutte le attività del nostro Club c’è la volontà di rispettare le regole – ha chiarito il presidente Mauro Bianchi – quando ci sono delle questioni che possono incidere sul risultato finale, come in questo caso il Giudice nazionale ha ravvisato mettendolo nero su bianco, allora è giusto che il match venga rigiocato così da poter rispettare le regole nella maniera più trasparente possibile. Ora valuteremo come muoverci e, nel frattempo, iniziamo anche a verificare quale sarà una data possibile per poter rigiocare questa partita anche in base alla disponibilità degli spazi del nostro palazzetto dello sport, un luogo in cui convivono molte altre realtà sportive e anche di tipo sociale».

Poi il presidente Mauro Bianchi approfondisce la situazione con una valutazione. «Oltre ad accettare serenamente le decisioni del Giudice vorrei comprendere meglio alcuni dettagli poiché, essendo nuovo del mondo della pallamano, qualcosa forse meriterebbe una serena e approfondita analisi – aggiunge il presidente – Relativamente alla partita con Salerno non capisco perché gli arbitri non abbiano ammesso immediatamente l’errore magari consultandosi con il Delegato presente al tavolo, visto che poi hanno ammesso l’accaduto solo dopo il ricorso dei nostri avversari. Quindi quando hanno compreso questo loro errore? Durante la pausa tra i due tempi o tornando a casa? Considerando che nella pallamano italiana non esiste ancora la prova televisiva, questa partita potrebbe essere uno spunto utile a tutti noi per continuare il nostro percorso di crescita, facendo tesoro di quanto accaduto, magari perché no potrebbe essere un primo passo per avviare una serena discussione verso l’introduzione proprio della prova televisiva. Per natura mi piace farmi domande e provare anche a portare, con la massima umiltà, delle proposte che potrebbero a mio avviso contribuire allo sviluppo e alla crescita di questo bellissimo sport, anche considerando quanto a livello locale, stiamo avendo riscontri importanti sia sotto il profilo dell’interesse mediatico sia sotto quello della partecipazione dei giovani».

 

Di seguito riportiamo il testo integrale del comunicato del Giudice sportivo nazionale:

GARA: CASSA RURALE PONTINIA – JOMI SALERNO del 18.09.2021

Il Giudice Sportivo NazionaleVista  l’istanza  presentata  dalla  Società  JOMI  SALERNO  con  la  quale  chiedeva  la  ripetizione  della  gara  n.38824  del  18/09/2021 CASSA RURALE PONTINIA – JOMI SALERNO Serie A1 Femminile, sostenendo che i direttori di gara avevano commesso un errore tecnico consentendo alla Società CASSA RURALE PONTINIA di continuare a disputare la gara in parità numerica rispetto invece al numero inferiore di giocatrici stante la sanzione dell’esclusione di 2’ inflitta all’atleta RUEDA Ana Paula della Società CASSA RURALE PONTINIA; Acquisite ad  integrazione  del  referto  di  gara  le  dichiarazioni  degli  arbitri  che  hanno  riferito  che  successivamente  alla  sanzione  inflitta  all’atleta  RUEDA  Ana  Paula  della  Società  CASSA  RURALE  PONTINIA  tale  squadra  continuava  a  disputare la gara in parità numerica; Considerato che l’errore tecnico commesso dai direttori di gara ha influito sul regolare svolgimento della stessa; P.Q.M. Dispone l’annullamento della gara CASSA RURALE PONTINIA – JOMI SALERNO e la ripetizione della stessa e per gli effetti invia gli atti all’U.A.A. per quanto di competenza; Dispone altresì la restituzione della tassa versata dalla Società JOMI SALERNO. Il Giudice Sportivo Nazionale Avv. Riccardo Aquilanti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi