Cassano Magnago, bilancio di fine anno. Fantinato e Iballi al Brixen, Bortoli vola in Francia

Carissimi tifosi amaranto, con le Final U15 questa stagione è giunta al termine ed è dunque tempo di bilanci.
Serie A1M
Una stagione la quale, nonostante il prolungarsi dell’emergenza sanitaria ci impediva di accogliervi al PalaTacca, è iniziata, visto quanto costruito negli anni precedenti, condividendo con tutti voi un sogno, una speranza, che si riassume con quella parola quasi da pronunciare sottovoce per esorcizzare antichi riti scaramantici: Scudetto di Serie A maschile.
Era il frutto si di una visione ma anche di una concreta ambizione basata su fatti reali. La squadra aveva tutte le carte in regola per ambire a quel traguardo; erano sì venuti meno Jack Savini e Sasa Milanovic ma l’arrivo della coppia Ardian Iballi e Federico Mazza manteneva praticamente invariato il valore di una squadra che nel frattempo, seppur con un campionato interrotto senza vincitori e vinti, aveva accumulato un anno di esperienza in più.
Inizialmente le cose sembravano andare per il verso giusto, la vittoria in casa contro Conversano (il quale ha poi chiuso la stagione con sole 2 sconfitte) era lì a certificare che quel sogno non era campato in aria ma era terribilmente concreto, tangibile e a portata di mano, stava solo a noi continuare a lottare per trasformarlo in realtà.
Quello che è successo poi con precisione è difficile da spiegare, certo c’è stato il rinvio di alcune partite per covid ma non può e non vuole essere un alibi, è stato problema comune a quasi tutte le società. Possiamo sicuramente dire che i primi risultati negativi hanno minato quello che era, a nostro giudizio, un gruppo squadra perfettamente affiatato: dirigenza, allenatore e giocatori non hanno più trovato quella coesione che in altri momenti era stato il vero punto di forza del Cassano e inevitabilmente quel sogno è diventato irraggiungibile.
L’esperienza in Coppa Italia a Salsomaggiore è la somma di tutti i rimpianti, non tanto per la sconfitta in finale che ci ha privato del primo storico trofeo seniores in bacheca, ma perché li si è vista la vera “modalità amaranto”, quel gruppo di giocatori in grado di essere una vera squadra il cui valore è nettamente superiore alla semplice somma dei valori dei suoi componenti. Tutto questo è stato davanti agli occhi di tutti per 3 giorni, Cassano ha raggiunto il suo più alto riconoscimento senior maschile da quando è stata fondata.
Ma per vincere uno scudetto 3 giorni non bastano.
Tornati in campionato, ancora qualche sussulto, belle vittorie con Bolzano e Sassari, ma poi si è scivolati inesorabilmente verso l’oblio con prestazioni scialbe, opache e a volte, ci duole dirlo, imbarazzanti.
Raggiunta la consapevolezza, sicuramente in modo tardivo, che la situazione non poteva più essere ripristinata la scelta è stata quella di modificare la composizione del gruppo anche dando spazio alle giovani leve in funzione delle imminenti finali nazionali.
Alcune scelte sono state particolarmente dolorose, ma purtroppo è così quando gestisci un movimento importante come quello cassanese sai di avere grosse responsabilità e sai che potrebbe essere necessario fare scelte difficili, coraggiose, impopolari con l’unico fine di fare il bene della società e consapevoli di essere gli unici poi a pagarne gli oneri e gli onori.
Detto ciò ci preme ringraziare tutto il gruppo di atleti di serie A: Ivan Ilic, Luca Monciardini, Filippo Branca, Stefano Bassanese, Federico Mazza, Mattia Dorio, ed in particolare auguriamo il meglio a Marco Fantinato (Brixen), Massimiliano Possamai (Conversano), Ardian Iballi (Brixen), Alessio Moretti (Conversano), Gabriele Saitta (Conversano), Thomas Bortoli (Istres – FR) per la loro nuova avventura.
In quanti vi sarete chiesti come avrebbe reagito Cassano ad una così importante emorragia di giocatori, e la risposta è qui di seguito: andiamo avanti come prima continuando a inseguire il nostro obiettivo, più forti di prima perchè consci di quanto di buono fatto e di tutti gli errori commessi. Cassano dunque si cimenterà, per la nuova stagione nei seguenti campionati: A1M, A1F, A2M, A2F, tutti i campionati giovanili maschili e femminili e molto probabilmente anche al campionato di BM.
I roster sono ancora in fase di definizione data la totale copertura dei campionati summenzionati. Approfitteremo delle prime uscite di agosto nei vari tornei in Svizzera e soprattutto del tradizionale Memorial Tacca per mettere a punto la composizione definitiva delle squadre.
Certamente potrebbe non essere la prossima la stagione in cui vinceremo lo scudetto nella massime serie, ma siamo convinti che il “metodo Cassano” che porta tanti successi a livello giovanile può essere replicabile anche a livello di squadra maggiore con i giusti interventi.
Noi ci siamo e con l’inserimento dei tanti giovani del nostro vivaio a fianco dei seniores, che hanno deciso di credere ancora in noi e che ringraziamo infinitamente per questo, cominceremo nuovamente a costruire la strada verso il massimo obiettivo.
Ovviamente siamo attivi anche sul fronte mercato alla ricerca di giocatori esperti e disponibili a partecipare al nostro progetto, non nascondiamo di avere alcune trattative in corso. Tuttavia non stiamo effettuando una ricerca spasmodica né ci interessa occupare i posti prima dell’inizio del campionato, da sempre preferiamo progetti basati principalmente sui nostri giovani e non abbiamo mai sfigurato. Ad ogni modo quello che possiamo assicurarvi è che non mancherà mai la nostra voglia di crederci e di provare a regalarvi ed a regalarci quel “pezzettino” di stoffa tricolore!
Serie A1F
Discorso completamente diverso va fatto invece per le nostre ragazze, partite con l’obiettivo di raggiungere la salvezza il prima possibile e di far fare esperienza alle ragazze più giovani, esperienza poi sfociata nella vittoria dello scudettino U20F e del quinto posto alle finali nazionali under 17 peraltro senza mai subire una
sconfitta.
In questa direzione è la scelta di confermare come unica straniera il portiere Milica Milosevic, a cui va fin da subito il nostro immenso plauso per quanto ha fatto tra i pali ma soprattutto nello spogliatoio, dimostrandosi vera leader di questa squadra mettendo completamente a disposizione delle compagne la propria esperienza.
Anche la campagna acquisti vedeva l’arrivo di 2 ragazze molto giovani, Nila Bertolino e Giulia Gozzi, che sono sicuramente 2 talenti in rampa di lancio, già varie convocazioni nelle nazionali juniores, seniores e beach per loro, ma data l’età anagrafica 2 tasselli arrivati più in ottica immediata per la U20 che poi ovviamente per la prima squadra ma più in prospettiva futura.
Alla guida della prima squadra la società richiamava Sasa Milanovic, che già aveva svolto questo ruolo nella stagione 2018/2019. Purtroppo un nuovo grave infortunio al ginocchio impediva a Sasa di scendere in campo come atleta e di comune accordo con la dirigenza si decideva di affidargli l’impegnativo compito di guidare le ragazze in questo campionato transitorio di crescita.
Campionato affrontato quindi con un roster dall’età media molto bassa, praticamente la squadra U20 con l’apporto delle “giovani veterane” (tutte comunque sotto i 30 anni) Bianca del Balzo, Sofia Ferrazzi e il capitano Michela Cobianchi, oltre alla già citata Milosevic e a Zorica Jovovic, una sorta di giocatore/allenatore in campo in quanto fa già parte dello staff tecnico della società.
Ovviamente affrontando un campionato di massima serie con una squadra inesperta è inevitabile andare incontro ad una stagione con alti e bassi, con buone prestazioni contro squadre blasonate, dove magari non si ha nulla da perdere, per poi incappare in qualche passo falso contro le avversarie dirette, quando inevitabilmente la pressione è maggiore.
Altro fattore di difficoltà è la stata la mancanza di vittorie esterne, nonostante l’intera stagione si sia disputata con i palazzetti a porte chiuse, è come se le ragazze sentissero ugualmente la mancanza del proprio pubblico fuori dalle mura amiche del Tacca, non riuscendo a trovare quelle energie più mentali che fisiche in grado di farti vincere una partita equilibrata.
Mancanza di vittorie esterne che fa venir meno anche la continuità di risultati, solo in un’occasione le ragazze riescono a vincere 2 gare in fila sfruttando però il doppio turno casalingo che il calendario ha dato in sorte alla quarta e quinta giornata di andata contro Cellini Padova e Nuoro, per giunta due dirette concorrenti per la lotta salvezza.
Unica vittoria esterna della stagione è arrivata, verso la fine del campionato, quando il successo sul campo di Cingoli è stato fondamentale per sganciarsi dai posti caldi e affrontare le ultime difficili giornate con la giusta tranquillità concentrandosi sugli scontri decisivi con Leno (perso in trasferta) e con le Guerriere Malo poi vinto raggiungendo la matematica salvezza.
Un po’ di altalena quindi durante tutta la stagione ma sicuramente messa in preventivo per gli obiettivi, poi raggiunti, di ottenere una salvezza di prestigio, vista la giovane età della squadra, e soprattutto la vittoria alle Finali Nazionali Under20F di Chieti e, come ulteriore frutto del buon lavoro svolto, la soddisfazione di avere nel
corso della stagione portato acqua alle nostre nazionali femminili con le due senior Del Balzo e Bertolino, le
quattro under 19 Ponti, Zanellini, Gozzi e Brogi e le due under 17 Laita e Visentin
A2M/F e Giovanili U15/U17/U20 M/F – Finals 2021
Passando alle giovanili il 2020/2021 è stato un anno importante quanto quelli precedenti. Alle finali nazionali L’under 15 M si è classificata quinta, l’under 17 M terza e la 19 M e 20 F hanno portato a casa il primo posto. A nostra memoria è la prima volta nella storia della pallamano che una stessa città conquista gli scudettini di categoria sia Maschile che Femminile.
Per chi era presente a Misano per U15 ed a Chieti per le U17 e U19 sa quanto questi giovani atleti e atlete si siano impegnati arrivando a guadagnarsi la miglior posizione lottando con furore, mettendo tutto ciò che avevano ed anche di più ed in alcuni casi vincendo per un soffio negli ultimi istanti di gioco.
Vogliamo complimentarci con tutti questi atleti e atlete, essi rappresentano il futuro della pallamano a Cassano e ci preme citare le formazioni per ringraziarli uno ad uno:
U15 M
70 Crespi Matteo, 82 De Mani Marco, 97 Dolceamore Lorenzo, 92 Drandic Daniele, 24 Drandic Davide, 63 Grassi Riccardo, 41 Magnoni Paolo, 30 Pappilage Dineth Nirwan, 12 Russo Edoardo, 13 Salmini Andrea, 60 Severgnini Lorenzo, 89 Sieri Francesco, Sieri Matteo.
U15 F
28 Bianchi Alice, 13 Cherchi Nikol, 20 Cherchi Giorgia, 35 Chianese Sara, 16 Forleo Rebecca, 66 Meneguzzo Giada Ngoc, 89 Milan Alice, 24 Panarotto Sara, 98 Pedrazzi Diletta, 50 Ribaldone Giulia, 31 Trevisan Alice.
U17M
68 Battaglia Alessandro, 15 Casarotto Fabio, 50 Colombo Federico, 70 Crespi Matteo, 82 De Mani Marco, 99 Dolceamore Lorenzo, 34 Dotto Giacomo, 24 Drandic Davide, 92 Drandic Daniele, 63 Grassi Riccardo, 32 Lombardi Stefano, 41 Magnoni Paolo, 1 Pappilage Dineth Nirwan, 90 Poletti Edoardo, 13 Salmini Andrea
U17F
28 Bianchi Alice, 7 Cassani Giada, 13 Cherchi Nikol, 20 Cherchi Giorgia, 35 Chianese Sara, 17 Comerio Giorgia, 27 Laita Giulia, 38 Macchi Asia, 97 Milan Alice, 54 Monciardini Alessia, 24 Panarotto Sara, 95 Pedrazzi Diletta, 50 Ribaldone Giulia, 8 Tchagba Swobiratou, 64 Visentin Nadine.
U19M
99 Albanini Germano, 57 Aldrovandi Francesco, 67 Borghi, Marco, 97 Bortignon Gabriele, 8 Bortoli Thomas, 75 Braggion Tommaso, 79 Brazzelli Luca, 31 Colombo Jacopo, 69 Di Pancrazio Paolo, 27 La Bruna Simone, 86 Lazzari Alberto, 35 Moro Mattia, 56 Panarotto Alessandro, 93 Riva Nicolo’ Giulio, 43 Salvati Ivan, 95 Visentin Riccardo.
U20F
92 Bertolino Nila, 35 Brogi Eva, 50 Gheller Rebecca, 19 Gozzi Giulia, 23 Grispino Federica, 27 Laita Giulia, 38 Macchi Asia, 97 Milan Alice, 89 Milan Giulia, 10 Montoli Gloria, 18 Piatti Alice, 21 Piatti Sara, 46 Ponti Lisa Michelle, 59 Romualdi Rebecca, 64 Visentin Nadine, 30 Zanellini Sara.
Ci preme inoltre ricordare i premi individuali assegnati ad alcuni dei nostri atleti e atlete:
MVP U19 M: Niccolò Giulio Riva
MVP U20 F: Eva Brogi
Miglior Terzino dx U19 M: Thomas Bortoli
Miglior Pivot U20F: Gloria Montoli
Miglior Terzino sx U17M: Alessandro Battaglia
Miglior Centrale U17F: Giulia Laita
Certamente tutti questi importanti risultati sono venuti anche grazie alla possibilità per queste giovani atleti di militare nei campionati di A2, nei quali hanno potuto accrescere le loro qualità e la loro esperienza. Vogliamo allora ringraziare anche gli atleti che hanno affiancato i più giovani, essi rappresentano una parte fondamentale dei traguardi raggiunti: nella femminile 59 Romualdi Rebecca, 39 Saporiti Giulia e nella maschile 28 Cenci Marco, 18 Martin Diego, 81 Visentin Giacomo, 78 Giacomo Decio e 51 Riccardo Panarotto.
Una menzione particolare, inoltre la meritano anche i nostri atleti che militano nelle nazionali maschili senior Moretti Alessio e per il Beach Handball Ilic Ivan e Dorio Mattia, poi Bortoli Thomas (senior ed under 19), Riva Nicolo’ e Albanini Germano under 19, Battaglia Alessandro e Casarotto Fabio per under 17.
Grazie ancora ragazzi, è grande il lavoro che abbiamo svolto fino a qui. I risultati ottenuti saranno per tutti noi una nuova partenza per arrivare ad ottenere nuovi ed ancor più importanti riconoscimenti.
Conclusioni
Il 2020/2021 è stato innegabilmente un anno complesso soprattutto per via del Covid. I test settimanali sulle squadre senior poi estesi a tutti gli atleti delle under ha impattato non solo economicamente ma anche logisticamente ed organizzativamente. La frequentazione degli impianti sportivi nel rispetto dei protocolli anti covid ha reso tutto molto “surreale” ed in alcuni casi ci si è posti la domanda se quello fosse davvero il modo giusto per continuare. L’assenza del pubblico dalle tribune, per scelta anche nei periodi in cui si sarebbe potuto averlo seppur contingentato, hanno caratterizzato la linea conservativa di Cassano nella gestione della pandemia.
In mezzo a tutto ciò lo staff di dirigenti e collaboratori ha lavorato coeso, non ha mai fatto mancare il proprio supporto e lo stesso dicasi degli sponsor. Dunque è doveroso in questo comunicato di chiusura del 2020/2021 e di apertura della nuova stagione 2021/2022 ringraziare tutti coloro che hanno reso e che renderanno possibile portare avanti questa poderosa macchina composta da oltre 300 persone. Le prossime righe sono dunque per ringraziare uno per uno i fautori di questo incredibile movimento:
Massimo Petazzi, Cristiano Braggion, Severino Basanese, Marco Facchetti e Renato Zanovello, Walter Crestani, Rosella Nidoli, Dina Sabbadin, Eden Benazzi, Stefania Moro, Simona Barbosu, Roberto Fantinato, Luca Basile, Davide Bianchi, Davide Cenci, Cassio Preti, Silvano Lonardo, Paola Romeo, Barbara Beninato, Remo Salmini, Stefano Crespi, Denis Drandic, Fabio Moro, Matteo Bellora, Serena Viggiano, Paolo Zanovello, Sergio Da Campo, Davide Kolec, Sasa Milanovic, Milica Milosevic, Zorica Jovovic, Ardian Iballi, Carlo Simonelli, Corrado Colombo, Cristina Muller, Stefano Moroni, Alice Lo Fiego e tutti coloro che hanno collaborato con la Pallamano Cassano.
Infine ringraziamo l’amministrazione pubblica per la ormai più che decennale collaborazione sempre presente anche in questo difficile periodo.
error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi