Cassano – Schenna, Davide contro Golia

Impegno casalingo per il Cassano Magnago che domani sera (inizio ore 20:30) sarà di scena al Pala Tacca contro il fanalino di coda Schenna. Attualmente la formazione lombarda occupa il terzo posto in classifica con 23 punti all’attivo e proverà a centrare una preziosa vittoria per continuare la marcia, Schenna dal canto suo proverà a centrare il primo successo nel torneo di massima serie. “Punteremo a portare a casa l’intera posta in palio – afferma il massimo dirigente della società lombarda Massimo Petazzicontro lo Schenna. La società altoatesina ha ingaggiato una nuova straniera, saranno certamente più forti, noi però non possiamo permetterci altri passi falsi. Stiamo preparando questa gara nel migliore dei modi anche se le nostre maggiori attenzioni sono sulla gara in programma sabato alla Palestra Palumbo contro la Jomi Salerno. La nostra squadra comunque ha preso maggiore fiducia nei nostri mezzi dopo la vittoria contro l’Ariosto Ferrara. Abbiamo cambiato qualcosina nella preparazione, ciò ha dato i suoi frutti già in occasione della sfida disputata prima della sosta contro la formazione allenata da Ernani Savini. Le ragazze hanno dimostrato anche grande maturità in occasione di quella gara, ciò ci fa ben sperare per il futuro”. Intanto lo Schenna non potrà schierare al Pala Tacca il nuovo terzino croato Dora Lackovic chiamata a sostituire l’infortunata Lisica. La neo atleta della compagine altoatesina può vantare un ottimo curriculum avendo militato in massima serie con le formazioni del Fehervar e successivamente con lo Szeged. “Sarà per noi una gara difficilissima – afferma il tecnico dello Schenna, Charly Zoschg. Non bisogna dimenticare che il Cassano Magnago occupa la terza posizione in classifica ed è in piena corsa per la qualificazione alla Poule Play Off. Le lombarde non vorranno sfigurare tra le mura amiche e faranno di tutto per centrare il successo pieno. La nuova straniera Lackovic? Non sarà possibile schierare il terzino croato domani contro il Cassano Magnago – conclude lo stesso tecnico della formazione altoatesina, Charly Zoschg. Visti i tempi tecnici ristretti non è giunto infatti in tempo il transfert da parte della EHF”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi