Colpo Pallamano Trieste, dopo quattro anni torna Dapiran

Incomincia con il botto l’esperienza di Alessandra Orlich alla guida della Pallamano Trieste in veste di presidentessa. A pochi giorni dall’insediamento della nuova società, come riporta il sito web triesteallnews.it, e dell’ufficializzazione dell’iscrizione al prossimo campionato di Serie A1 di pallamano, infatti la Pallamano Trieste sta rinnovando anche il proprio parco giocatori e il primo acquisto è di quelli importanti: Trieste riabbraccerà infatti uno dei suoi figli, quel Gianluca Dapiran che aveva già vestito la maglia alabardata tra il 2011 e il 2016.

Si tratta di un ritorno non soltanto nel club con il quale, dopo aver affrontato la trafila del settore giovanile, ha esordito tra i grandi, ma anche nella città in cui è nato: Gianluca è infatti un triestino doc. Nel 2016, dopo quasi tre lustri (tra settore giovanile e prima squadra) in cui vince svariati campionati giovanili, Dapiran lascia Trieste per spostarsi al Bozen. In Alto Adige arrivano i primi trofei importanti: nel 2016/2017, infatti, il Bozen vince campionato e Supercoppa Italiana, con Dapiran che emerge come grande talento della pallamano italiana. Dopo due stagioni, si sposta in Spagna, dove indossa le casacche di Benidorm e Ciudad de Logroño, entrando nell’ultima stagione (terminata anzitempo a causa della pandemia di Covid19) nelle nomination come miglior ala del campionato, risultando inoltre il miglior marcatore della sua squadra e terzo assoluto in campionato.

C’è anche la Nazionale, nel cammino di Dapiran: a 19 anni, infatti, esordisce in Nazionale maggiore (dopo aver vestito le maglie delle nazionali giovanili) diventando in breve uno dei pilastri della selezione azzurra. E adesso, dopo quattro anni, per Dapiran un grande ritorno, in una Pallamano Trieste che sogna di rinnovarsi e di tornare a lottare per traguardi importanti, dopo le ultime stagioni di difficoltà. Un rilancio che passa necessariamente attraverso i grandi giocatori: e Dapiran lo è, con un valore aggiunto: è triestino ed è cresciuto con la Pallamano Trieste, avendovi poi esordito tra i grandi. Il suo ritorno può giovare tantissimo all’alabarda, sia sul campo, con le sue indubbie qualità, sia fuori, per rilanciare anche l’immagine della squadra e il suo radicamento al territorio.

error: Il contenuto è protetto!