Conversano all’ esame Fasano. D’Alessandro: “Dobbiamo dare tutto”

Il successo sul Siracusa ha dato nuova linfa alla stagione dell’Accademia Pallamano Conversano ora chiamata all’esame più difficile in casa della Junior Fasano fresca vincitrice della Coppa Italia. Domani, alle ore 19, infatti, la banda di mister Alessandro Tarafino, dopo aver agganciato proprio i siciliani al secondo posto della Poule Playoff del girone C della massimo torneo nazionale, fa visita ai biancazzurri, primi della classe e sempre più determinati ad inseguire il sogno scudetto. Per capitan Fantasia e compagni, dunque, una sfida proibitiva, ma per la quale non è difficile trovare le giuste motivazioni: “Giochiamo contro la squadra più forte del campionato italiano – esordisce così Ninni D’Alessandro (nella foto di Giuseppe la Guardia) – e l’unico modo per affrontarla è quello di essere consapevoli delle cose buone fatte finora e giocare fino allo stremo delle forze per un’ora e mezza. Così facendo potremo uscire dal campo a testa alta non pensando troppo al risultato, anche se il risultato conta sempre, soprattutto per uno come me che non ci sta a perdere nemmeno le partitelle di calcetto in settimana”. L’esperto pivot è uno degli artefici della rinascita conversanese, dopo qualche anno di ‘Purgatorio’: “Tre anni fa eravamo in difficoltà anche per fare l’iscrizione al campionato, mentre oggi siamo a rigiocarci i playoff. E’ senza dubbio una soddisfazione immensa ed è anche la giusta ricompensa per il ‘pane duro’ che abbiamo dovuto mangiare per arrivare fino a questo punto. Il mio ruolo? Quest’anno è stato marginale perché non sono stato presente quanto avrei voluto, visti gli acciacchi e gli impegni di lavoro. Negli ultimi due anni passati, invece, ho potuto dare una mano più concreta. Alla fine, però, credo che i ragazzi siano cresciuti molto perché hanno commesso quegli errori che gli sono serviti per fare esperienza e sono stati bravi nell’ascoltare quelle ‘paranoie’ che noi più grandi li abbiamo puntualmente fatto”. Con il Fasano, quindi, si scende in campo con grinta e determinazione per provare a giocarsela fino alla fine ben sapendo che la pressione è tutta per i biancoazzurri padroni di casa: “La vittoria contro il Siracusa è stata bellissima, magari non veritiera perché qualche gol di scarto in più ci sarebbe stato. Però ormai è passata, adesso bisogna concentrarsi su ogni partita volta per volta, partendo proprio da quella di domani”.

Ufficio Stampa Accademia Pallamano Conversano

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi