Coppa Primavera: Ferrara troppo forte, Alì Mestrino ko

È un Alì Mestrino bello a metà quello che esce sconfitto dal PalaBoschetto di Ferrara nella terza gara di Coppa Primavera, dove ad un buon primo tempo giocato a viso aperto contro una squadra più quadrata fa da contraltare un secondo tempo meno brillante dove la differenza di categoria tra le due formazioni si fa sentire tutta.
Ferrara parte subito forte, portandosi subito 6-3 con un poker di Marrochi, a cui risponde la tripletta ospite di Nichifor. Le biancazzurre aumentano il vantaggio fino al 9-5 ancora con Marrochi e l’ex Zuin, ma l’Alì Mestrino non ci sta a fare la vittima sacrificale e reagisce: trascinate dalla linea verde Cogo-Stefanelli-Francesca Cazzola, le gialloverdi infilano 5 volte Gambera e si trovano a condurre il match 9-10. Le padrone di casa però si riportano subito in carreggiata, con il parziale di 6-3 che chiude il primo tempo sul 16-13.
Nella ripresa, le padovane cercano di rifarsi sotto, ma si fermano al -2 (rigore di Cogo per il 17-15), poi Ferrara da il primo strappo: 3-0 firmato Marcheggiani-Marrochi-Lo Biundo e fuga 20-15. Per quanto Mestrino si sforzi, il calo fisico è purtroppo evidente contro una formazione abituata a giocare sui ritmi elevatissimi della Serie A: dopo una fase di stallo giocata punto a punto, le padrone di casa operano il secondo strappo e si portano sul 25-18 al 44′. Le gialloverdi provano a reagire con Stefanelli e Nichifor, ma il contraccolpo psicologico è forte e Ferrara può permettersi di gestire la gara. Dopo altri 5-6 minuti di botta e risposta (sugli scudi Zuin da una parte e Nichifor dall’altra), le biancazzurre chiudono virtualmente la partita con il trio Dobreva-Marrochi-Brunetti: 34-26 al 55′. Gli ultimi minuti scivolano via veloci e l’incontro termina sul punteggio di 38-29.
Non una partita facile come ultimo test prima dei playoff, contro un Ferrara nettamente più forte: sicuramente la fase difensiva è migliorabile, e l’apporto di alcune atlete è stato sotto lo standard, tutte cose riconducibili ad una stanchezza mentale generalizzata. I playoff sono ormai ad un passo, e forse l’Alì Mestrino visto nelle ultime due partite non parte con tutti i favori del pronostico, ma di certo venderà cara la pelle contro tutte le avversarie che troverà sulla sua strada per raggiungere la promozione in Serie A.

ARIOSTO FERRARA-ALÌ MESTRINO 38-29 (p.t.16-13)
ARIOSTO FERRARA: Gambera (p) Pernthaler (p), Fantini 1, Dobreva 5, Poderi 2, Brina 1, Verlato, De Marchi 2, Lo Biundo 1, Marrochi 12, Zuin 5, Brunetti 3, Marcheggiani 3, Soglietti 3. All. Ernani Savini.
ALÌ MESTRINO: Campagnaro 1, A.Cazzola 3, F.Cazzola 1, Cogo 3, Fabbris 1, Lollo (p), Losco 4, Marchionni 1, Moretti (p), Nichifor 8, Perin 1, Pugliese, Scarpel 1, Stefanelli 5. All. Diego Menin.
Arbitri: Rizzo-Colombo

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi