Darwin Tech Mascalucia, sofferta vittoria contro Benevento

Partita vietata ai malati di cuore quella disputata al pala Wagner di Mascalucia con la Darwin Tech che ha dovuto sudare le proverbiali ‘sette camice’ per avere ragione del Benevento. Una partita che per 55′ minuti i campani hanno condotto con un massimo vantaggio nel corso del primo tempo anche di 5 reti, ma così come contro Alcamo nella ripresa è sceso in campo un Mascalucia diverso, bravo a rimanere agganciato al match con i denti, riuscendo a ribaltare le sorti con una rete a 40 secondi dal termine grazie ad un ritrovato Ciccio Giuffrida. Ma andiamo con ordine: il Benevento del croato Yaksa Boglic è sceso in Sicilia consapevole delle difficoltà ma con una precisa identità di gioco e senza timore. Difesa coriacea, alle volte al limite del regolamento, mentre in attacco il gioco è abbastanza schematico per portare al tiro i talenti Galliano e Formato grazie ai blocchi del granitico capitan Chiumento. Di contro Cristaudo, Cardullo, Mineo, Xhetani, Consoli e soci lasciano spazi enormi in difesa e il portierino Seby Coppola non riesce a ripetere le buone prestazioni dei turni precedenti. Al riposo il tabellone dice: Benevento 17 – Darwin Tech 15. Nella ripresa ripartono forte gli ospiti che vanno nuovamente sul +4 (16 a 20), ma a quel punto mister Cardaci decide di mettere in campo il nuovo arrivo Pradas e chiede a Giuffrida di sacrificarsi in marcatura a uomo su Galliano e la partita cambia direzione. A 5′ dalla fine l’aggancio sul 25 pari ma non si segna più. Mister Boglic chiama time-out a 3′ dalla sirena. Squadre in campo e dopo una serie di attacchi a vuoto da una parte e dall’altra si arriva all’ultimo time-out richiesto questa volta da mister Cardaci. A 40 secondi dalla fine è proprio il mancino Giuffrida a realizzare il goal della vittoria con la successiva parata di Miguel Pradas che nega la gioia del pareggio al “solito” Galiano. “Una vittoria sudata e voluta fortemente – dice il presidente Sergio Pagano – i ragazzi a dire il vero non hanno giocato secondo le loro possibilità e l’infortunio nel corso dei primi minuti del nostro centrale titolare Gabriele Costanzo probabilmente non ci ha aiutato. In ogni caso resta la soddisfazione di aver vinto una gara che sembrava persa e credo che il pubblico con il suo sostegno abbia aiutato la squadra anche nei momenti più difficili”. Sulla stessa lunghezza d’onda coach Salvo Cardaci che aggiunge: “voglio fare i complimenti ai miei ragazzi che contro avversari di valore hanno mostrato un grande carattere non mollando mai la presa. Ma un sincero apprezzamento va anche anche ai nostri avversari scesi in Sicilia a giocarsela alla pari e che se avessero ottenuto un risultato positivo credo non avrebbero rubato nulla. Vittoria importante per la classifica e per il morale – conclude il Salvo Cardaci – proseguiamo il nostro cammino con i nostri giovani e i “vecchi” che in campo e in panchina hanno incitato i nostri baby a non mollare mai e vincere una sfida veramente ostica”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi