EHF European Cup. Junior Fasano sconfitta dal Kembit Lions, ma i pugliesi accedono comunque agli ottavi di finale.

Mai sconfitta fu più dolce per la Sidea Group Junior Fasano, che in Gara 2 del 3° Round di European Cup cede sì per 27-35 agli olandesi del Kembit Lions, ma accede ugualmente agli ottavi di finale grazie al 35-25 maturato in Gara 1, impresa ancor più eccezionale alla luce della forza evidenziata nella seconda partita dal team di Sittard-Geleen.
Che le cose sarebbero andate diversamente rispetto all’incontro della sera precedente è stato evidente sin dall’avvio, che vedeva gli ospiti spingersi subito sul +3 (1-4 al 3’), vantaggio più volte gestito dalla compagine del Limburgo nella fase iniziale della sfida (3-6 al 6’, 6-9 al 15’, 11-14 al 20’). Sul finale della prima frazione i padroni di casa agguantavano gli avversari sul 15-15 (poi 16-16 al 28’), ma con un break di 3-0 il Kembit allungava nuovamente rientrando nell’intervallo avanti sul 16-19, e facendo intendere che il discorso qualificazione è tutt’altro che deciso.
Il secondo tempo si apriva infatti con un’ulteriore, devastante, accelerazione degli olandesi, che piazzavano un parziale di 6-0 passando dal 17-20 al 17-26 del 39’, di fatto ad una sola rete dall’equilibrio nel compito delle due gare, ma a questo punto i padroni di casa, fisicamente e psicologicamente provati, riuscivano a trovare le giuste energie per non far fuggire oltre i ragazzi allenati da Jauernik. Si danzava così a lungo sul filo del baratro per Flavio Messina e compagni, con il gap che oscillava costantemente tra il -7 ed il -9 (20-27 al 42’, 24-33 al 52’), fin quando i Lions, a 4’ dal termine, giungevano ad annullare definitivamente il vantaggio acquisito in Gara 1 dai pugliesi (24-34), prefigurando anche l’eventualità dei tiri dai 7 metri per assegnare il passaggio del turno.
Nei minuti conclusivi però, spinta anche dal solito caloroso pubblico, la Sidea Group spostava nuovamente, e definitivamente, il discorso qualificazione dalla propria parte, con le ultime due reti, fondamentali per l’accesso agli ottavi, siglate dal fasanese purosangue Davide Pugliese, che mandava in visibilio i sostenitori biancazzurri, che accoglievano con boato gioioso quanto liberatorio il 27-35 della sirena.
Redatta un’altra pagina di storia, la Junior dovrà attendere il sorteggio in programma a Vienna alle ore 11 di martedì prossimo, 13 dicembre, per conoscere l’avversario degli ottavi della European Cup (in programma tra l’11 ed il 19 febbraio 2023), mentre molto meno tempo manca all’impegno della Serie A Gold contro il Carpi, valido per la 1^ giornata di ritorno, e fissato nella palestra Zizzi alle ore 18 di mercoledì 14 dicembre.

<<Gara 2 è stata la partita che ci aspettavamo – dichiara coach Vito Fovio – con gli olandesi che, grazie ad una panchina più lunga, hanno pagato meno gli sforzi di Gara 1, mettendo per giunta in mostra il proprio elevato potenziale. Noi ad un certo punto dell’incontro eravamo sulle gambe e ne è scaturita una fase di lunga sofferenza, ma nel momento più critico siamo riusciti a riprendere per i capelli la partita fermando l’inerzia favorevole ai nostri avversari. Sapevamo bene quanto è forte il Kembit, così come ritenevamo molto difficile ripetere la prestazione pressoché perfetta di Gara 1, ma siamo riusciti comunque, meritamente, a limitare i danni ed a centrare l’impresa del passaggio di turno>>.

Tabellino
Sidea Group Junior Fasano-Kembit-Lions: 27-35 (16-19 p.t.)
Sidea Group Junior Fasano: Sibilio, Angiolini 3, Sperti 4, Pugliese 3, Leban, Notarangelo 2, Messina, Boggia, Cantore 2, Vinci, Beharevic, Petrovski, Ostling 4, Corcione, Jarlstam 9. All.: Vito Fovio.
Kembit-Lions: Ritzen, Hiemstra, Schmeits 2, Weiler 1, De Hoogh, B. Kleijkers, Steins 1, Baart 6, Leunissen 3, Van Straaten 5, Hempel 1, Ramos 4, Adams 7, Eussen, M. Kleijkers, Dell 5. All.: Christoph Jauernik.
Arbitri: Kaludjerovic – Vujacic.