EMANUELE PANETTI, DT DELLA PALLAMANO VALSAMOGGIA: “SI STA SVILUPPANDO DAVVERO UN BEL PROGETTO”

Nel bazzanese, con la Pallamano Valsamoggia è partito un nuovo corso che mira a consolidare il movimento pallamanistico già presente nel territorio da oltre trent’anni. Con la compagine Senior impegnata nel campionato di Serie B maschile e con più formazioni giovanili, l’obiettivo del neo sodalizio è anche quello di costituire, nel prossimo futuro, una compagine Senior anche ‘ in rosa’.

 

Dopo anni come Pallamano Bazzano, con l’unione dei comuni sotto il vessillo di un unico Comune, si è deciso di dare nuova vita anche alla pallamano, cambiando nome – dichiara il DT Emanuele Panetti – le dirigenti Schiavina e Falchieri hanno inserito Elisa Ferrari come direttore sportivo e me come direttore tecnico. Ho l’onere di allenare la prima squadra, seguire e formare i giovani allenatori e di occuparmi dei progetti scolastici.


Per quanto riguarda la squadra Senior, impegnata nel campionato di Serie B, appena ho avuto l’occasione di lavorarci ho visto che c’era del potenziale. Una squadra che, con pochi mesi di lavoro, è passata da appena un punto guadagnato lo scorso anno ai già quattro punti conquistati in questo primo scorcio di stagione, con due gare, inoltre, perse di misura. Tutto questo, mostrando anche un bel gioco. Ho la fortuna, inoltre, di poter all’occorrenza anche scendere in campo quando c’è bisogno di ordine o esperienza, ma preferisco, se posso, lasciare le redini ai centrali giovani! E lo posso fare solo perché con Chiara Girardi siamo ormai uno staff collaudato.


Per quanto riguarda il settore giovanile
– prosegue – sto collaborando con un gruppo di cinque allenatori, confrontandoci ogni giorno sul programma da portare in palestra e facendo riunioni periodiche, un lavoro che veramente arricchisce tantissimo! E comunque i frutti del lavoro compiuto anche nelle scuole è notevole, abbiamo già portato in palestra diversi ragazzi e stiamo avendo le prime soddisfazioni sia dalla U13 maschile che dalla Under 15 femminile.


Parlando, infine, degli obiettivi futuri: in primis cercheremo di adempiere a tutte le categorie giovanili attraverso il lavoro nelle scuole, una volta che avremmo aumentato le iscrizioni potremo anche puntare ad ottenere risultati importanti. Per quanto riguarda, invece, la compagine Senior maschile speriamo nel giro di due anni di poter giocarcela per la promozione e ci piacerebbe rifare una Senior femminile! In più spero di iniziare un percorso anche con il Wheelchair Handball, uno sport che mi intriga davvero tanto”.