EURO 2020: Islanda-Norvegia, derby del Nord

di Sergio Luoni

Nel girone 2 del Main Round l’unico verdetto già supportato dalla matematica riguarda i padroni di casa della Svezia, tagliati fuori dalle semifinali. Per il resto tutto può ancora succedere, persino che l’attuale capolista Norvegia possa cadere sulla linea del traguardo.
Ipotesi che Sagosen e compagni cercheranno di scongiurare oggi pomeriggio quando nella terza giornata della seconda fase affronteranno i “cugini” dell’Islanda, ancora in corsa seppure all’ultima spiaggia. Il derby del Nord avrà inizio alle ore 18.15 alla Malmö Arena e potrà essere seguito in diretta streaming su Eleven Sports e sulla pagina Facebook Pallamano TV.
Lo stesso palasport ospiterà oggi altri due incontri importanti. Slovenia-Portogallo (ore 16) è uno scontro diretto, mentre i due punti in palio tra Ungheria e Svezia (ore 20.30) servono ai fini della qualificazione solo ai magiari. In gioco c’è però anche l’orgoglio dei padroni di casa, intenzionati a cancellare lo zero in classifica.
Nel girone 1, che si sta giocando a Vienna, tutto è invece già deciso.
Ieri le partite del terzo turno hanno consolidato la supremazia di Spagna e Croazia.
La Nazionale iberica del coach Jordi Ribera ha sofferto la vivacità della Bielorussia e le reti del suo bomber Vailupau (8/9 al tiro), ma una volta sbloccata la situazione ha vinto in scioltezza per 37-28 grazie ai gol di Fernandez Perez (7) e Maqueda (6) e alle parate di Perez de Vargas, MPV.
La Croazia (Mamic 5) si è imposta di misura per 22-21 sulla Repubblica Ceca (Zdrahala 7). Con la qualificazione già in cassaforte Lino Cervar ha mandato in campo chi in precedenza aveva giocato meno. Cindric, Karacic e Sego sono rimasti in panchina, Duvnjak è entrato solo per realizzare il rigore del 17-16 per la Croazia al 47′. Decisivo Stepancic che a pochi secondi dallo scadere ha superato l’estremo difensore Mrkva (MVP nel giorno del suo compleanno).
L’ultima partita, che metteva in palio il terzo posto nel girone, ha visto affrontarsi Austria e Germania in una sfida molto sentita da entrambe le squadre e dai 9.000 spettatori della Stadthalle. Una sorta di derby che la Germania (Kastening 6, Reichmann 5) ha fatto suo con un rotondo 34-22. La prima parte dell’incontro, però, era stata equilibrata con lieve supremazia dell’Austria (Bylik 5, Posch 4) in vantaggio 6-4 all’11’ e 10-9 al 20′.
Nella giornata dei portieri il premio come MVP è andato al numero 1 tedesco Bitter.
CLASSIFICA GIRONE 1: Spagna e Croazia 8; Germania 4; Austria e Bielorussia 2; Repubblica Ceca 0.
CLASSIFICA GIRONE 2: Norvegia 6; Ungheria e Slovenia 4; Islanda e Portogallo 2; Svezia 0.

 

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi