Euro 2020: Portogallo straripante, affonda la Svezia

by Sergio Luoni

Domenica 26 gennaio la Svezia ospiterà la finale di Euro 2020, ma a meno di un miracolo non sarà in campo. Ieri alla Malmö Arena i padroni di casa sono stati demoliti dal Portogallo in una partita dal risultato sorprendente solo per lo scarto (10 gol) visto che i lusitani avevano già espresso nel Preliminary Round tutto il proprio valore.
Nelle altre partite del girone 2 del Main Round la Slovenia ha centrato contro l’Islanda la quarta vittoria, mentre la Norvegia ha confermato contro l’Ungheria che potrebbe essere davvero il suo anno.
La giornata di Malmö si è aperta con il duello tra Slovenia e Islanda, giocato in un palazzetto già gremito da 6.000 spettatori.
Ottima la partenza degli sloveni che, dopo aver lasciato gli avversari a bocca asciutta per nove interminabili minuti, si sono portati sul 7-2. Partita finita? Niente affatto. L’Islanda ha rimontato (9-9) e ha anche messo la testa avanti (12-11), ma alla lunga ha ceduto il passo. Le parate di Victor Hallgrimsson non sono bastate a contenere Dean Bombac (9 gol e numerosi assist) che pareva avesse il diavolo in corpo. Slovenia avanti allo scadere per 30-27.
Quando nel tardo pomeriggio si sono affrontate Norvegia e Ungheria gli spettatori erano saliti a 8.000. La nazionale scandinava ha messo in cassaforte la vittoria annientando l’Ungheria con un parziale di apertura di 8-1, margine conservato fino al punteggio finale di 36-29.
La squadra di Christian Berge è in gran forma a cominciare dal suo giocatore chiave Sander Sagosen che ieri ha firmato 7 gol e regalato ai compagni 9 assist. A questo punto la Norvegia si candida ufficialmente per la medaglia d’oro.
In serata per Svezia-Portogallo le presenze sugli spalti della Malmö Arena sono diventate 10.000, ma il sostegno del pubblico non è bastato ai padroni di casa per contenere la vivacità della squadra lusitana, grande rivelazione di questi Europei.
Svezia in vantaggio di misura solo un paio di volte all’inizio del match (6-5 e 7-6) prima della progressione del Portogallo che, trascinato da Fabio Magalhaes (6 gol e 7 assist), è andato al riposo sul 15-12 e ha chiuso il match con un perentorio 35-25.
Oggi si torna a giocare a Vienna nel Girone 1.
Alla Stadthalle sono in programma tre partite: nel pomeriggio Bielorussia-Repubblica Ceca (ore 16) e Austria-Spagna (ore 18.15), ma la partita da non perdere è quella serale tra Germania e Croazia (ore 20.30). Per i tedeschi è l’ultima spiaggia. Diretta web sulla piattaforma Eleven Sports e sulla pagina Facebook di PallamanoTv.
CLASSIFICA GIRONE 1: Spagna e Croazia 4; Germania e Austria 2; Repubblica Ceca-Bielorussia 0.
CLASSIFICA GIRONE 2: Norvegia e Slovenia 4; Portogallo e Ungheria 2; Islanda e Svezia 0.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi