Euro 2020: Via al Main Round senza la Danimarca

by Sergio Luoni

Dal Preliminary Round al Main Round tutto d’un fiato. Euro 2020 non conosce sosta e, archiviata la prima fase, manda subito in scena la seconda con due assenze clamorose: Danimarca e Francia, trionfatrici delle ultime due edizioni dei Mondiali e finaliste alle Olimpiadi del 2016, hanno già terminato l’avventura europea.
Entrambe hanno chiuso al terzo posto i rispettivi gironi, risultato a dir poco imprevedibile a meno di essere dei veggenti.
Per la verità la Francia già da qualche tempo sta lasciando intravedere alcuni segnali di parabola discendente rispetto all’epoca d’oro. Non la Danimarca che solo un anno fa, ai Mondiali del 2019 vinti da dominatrice, aveva annientato le rivali.
Forse la fame sta cominciando a venirle meno, forse ha peccato di presunzione, forse ancora non è arrivata all’appuntamento di Euro 2020 nella giusta condizione, senza nemmeno escludere un insieme di concause.
Fatto sta che ieri la Danimarca ha vissuto il dramma di essere spettatrice impotente della propria eliminazione, costretta a sperare in una vittoria dell’Islanda sull’Ungheria che non è arrivata.
Alla Malmö Arena, stracolma di tifosi danesi, sono stati i magiari ad imporsi per 24-18. Risultato rotondo che non dà l’idea dei tanti ribaltamenti di situazione. L’Ungheria è partita forte (3-0) prima di subire un parziale negativo di 11-3. Al 28′ l’Islanda conduceva per 12-7 e in quel momento la Danimarca poteva sentirsi fiduciosa. Non immaginava che a lungo andare i suoi “cugini” islandesi sarebbero letteralmente scomparsi, lasciando il campo per tutto il secondo tempo all’Ungheria che ha trovato il suo profeta nel pivot Bency Banhidi (8 gol).
Superfluo, a quel punto, l’incontro successivo che ha visto la Danimarca (Mikkel Hansen 7) superare la Russia per 31-28 davanti a 9.000 spettatori, in gran parte danesi con la delusione e l’incredulità stampate sul volto.
Adesso è tutto pronto per il Main Round. Dodici le squadre presenti, divise in due gironi. Valgono i risultati degli scontri diretti della fase preliminare.
Oggi i riflettori si accenderanno alla Stadthalle di Vienna con tre partite: ore 16 Spagna-Repubblica Ceca, ore 18.15 Austria-Croazia, ore 20.30 Bielorussia-Germania.
A Vienna è prevista un’invasione di tifosi croati già presenti in gran numero a Graz nei giorni scorsi.
CLASSIFICA GIRONE 1: Croazia, Spagna e Austria 2; Repubblica Ceca, Germania e Bielorussia 0.
CLASSIFICA GIRONE 2: Norvegia, Ungheria e Slovenia 2; Svezia, Portogallo e Islanda 0.
Sergio Luoni

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi