Ferrara United, Francesco Trevisani: “Mi alleno con Javier Grande sognando di arrivare a Domenico Ebner”

Continua il viaggio nella “cantera” del Ferrara United. Dopo aver fatto un salto nelle “quarantene” di Axel Tarroni e Simone Danieli, è il turno di Francesco Trevisani. Estremo difensore di grande qualità e belle speranze, ha in questa stagione coronato il primo obiettivo di esordire in prima squadra. E ora l’asticella si alza… con la voglia di inseguire le orme di un Campione come “Mimmo” Ebner.

Come stai vivendo questa quarantena forzata. Come passi le tue giornate?

“La mia quarantena e questo inizio di “Fase 2” sono caratterizzati da giornata arricchite da molte “video lezioni” scolastiche e da qualche ora di svago passata a guardare programmi tv”.

Quanto ti manca il campo ed il poter condividere allenamenti e gare assieme ai tuoi compagni di squadra?

“Il campo ed il lavoro in palestra, con tutto ciò che ne consegue, mi mancano e molto. Siamo tuttavia chiamati ora ad un piccolo sacrificio nella speranza di poter tornare, il prima possibile, alla nostra vita”.

Come ti stai mantenendo in forma? Che tipo di allenamento stai seguendo e che stile di alimentazione hai applicato?

Mi sto facendo aiutare da un amico preparatore con varie schede “total body” che mi aiutano a mantenere la forma ed il tono muscolare. Poi, grazie ai consigli ed ai programmi del mio allenatore di ruolo Javier Grande, alleno anche i movimenti del portiere”.

Pensi cambierà qualcosa nel mondo della pallamano dopo questa emergenza?

“Sinceramente penso molto poco. Probabilmente saranno contingentati i palazzetti, almeno per le prime gare, ma poco altro. Salirà solamente alle stelle la voglia di tornare a giocare”.

La partita che in carriera non potresti mai dimenticare e perchè?

“L’esordio con la prima squadra (nella gara vittoriosa contro Mezzocorona n.d.a) è uno dei momenti sportivi più significativi della mia vita e di questo ringrazio coach Ribaudo per la fiducia e Neli Dobreva per il lavoro fatto nel corso della stagione. Pur essendo entrato al 55′, mi sono immerso in una dimensione diversa, più competitiva e stimolante, ed è stato bellissimo infilarci anche una bella parata nel finale. L’esultanza con i ragazzi della prima squadra ed i complimenti di grandi portieri come Michele Rossi ed Javier Grande sono istantanee che porto con me”.

Hai un idolo nel mondo della pallamano?

“Sono un ragazzo che lavora sodo ed ha la fortuna di aver come allenatore un grande campione come Javier Grande. Non guardo troppo avanti nel tempo ma devo dire che avvicinarmi al livello di Domenico Ebner sarebbe bellissimo”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi